Questo sito utilizza un cookie tecnico per consentire la corretta navigazione. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "Ok" acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più e leggere come disabilitarne l'uso, consulta l'Informativa sull'uso dei cookie.

AreaRicerca

AreaDidattica

AreaPersone

AreaRisorse

Attività di ricerca

Maria Catricalà si occupa ora, in particolare, di interfacce retorico-testuali (Word Design Theory), linguaggi settoriali e politica linguistica.   

Dopo una prima fase di studi sulla storia e le varietà del lessico italiano, ha approfondito una serie di tematiche relative al processo postunitario di italianizzazione.

In particolare ha svolto indagini:

  • sulla grammaticografia scolastica e scientifica del primo sessantennio postunitario e sulla politica linguistica e la riflessione pedagogica e normativa che ne ha accompagnato la diffusione (Le grammatiche scolastiche postunitarie, Firenze 1991; L'italiano tra grammaticalità e testualizzazione, Firenze 1995; Politica linguistica e grammaticografia: confronto tra Italia e Svizzera italiana dal 1860 al 1900, in Grammatikographie der Romanischen Sprachen, Akten der Sektion des Bamberger Romanistentages, Bamberg 23-25.9.1991, hrsg. von Ch. Schmitt, Romanistischer Verlag, Bonn 1993; Questione della lingua e scuola, in L. Serianni, La lingua nella storia d'Italia, Roma, Società Dante Alighieri, 2001);
  • su testi di tipo tecnico e pratico, come:
    • i testi brevettuali, conservati presso l'Archivio Centrale di Stato di Roma (Studi per una grammatica della invenzione: l'italiano brevettato delle origini, Firenze 1996), sull'utilizzazione didattica del brevetto nei laboratori di scrittura (Il testo-brevetto: struttura, funzioni e nuove fonti, in Atti del Convegno "AD HOC. La scrittura professionale. Ricerca, prassi, insegnamento" Perugia 23-25 ottobre 2000, Firenze 2001) e sugli effetti della unificazione europea nella lingua degli inventori (Brevetti e globalizzazione: un nuovo monolinguismo? in corso di stampa negli "Atti del Convegno Lingua e Scienza", Firenze, Accademia della Crusca 30 genn.-2 febbr. 2003);
    • i cataloghi di vendita per corrispondenza di fine '800-primo '900 (Le parole introvabili. Come è nata la vendita per corrispondenza in Italia, Firenze 2001; Il libro dei desideri: i cataloghi di vendita per corrispondenza dall'800 ad oggi, in "Atti VII Convegno SILFI Generi, architetture e forme testuali, Roma 1-5 ottobre 2002; Vendita al pubblico, in "Italiano e Otre" n. 5 a. 2002 pp. 39-46; Il catalogo Bocconi: vestirsi per corrispondenza a fine ‘800, in Per filo e per segno. Le scritture della moda di oggi, "Atti del Convegno Nazionale Roma-10 dicembre 2003 Museo Ludovisi - Boncompagni", Rubbettino 2004);
    • ricettari di cucina (Sul lessico di cucina del '500, in "Atti del Convegno Nazionale sui lessici tecnici del Sei e Settecento", Pisa – Scuola Normale 1981, pp. 137-146; La lingua dei Banchetti di Cristoforo Messi Sbugo, in "Studi di Lessicografia Italiana", Firenze, vol. V, 1982, pp. 147-268);
    • della marineria (Il Vocabolario nautico di Cesare Tommasini e la politica linguistica di fine '800, in "Studi di Lessicografia Italiana", Firenze vol. IX, 1987, 75-128);
    • dei fumetti e della politica (Forme, parole e norme, 2004).


Dal 1991, avendo preso servizio all’Università per Stranieri di Siena, si è occupata di questioni inerenti alla didattica dell'italiano in funzione applicativa ed ha iniziato a lavorare per la formazione dei docenti di scuola (Lineamenti del sistema linguistico italiano, in L'italiano nella scuola elementare. Aspetti linguistici. Professionalità docente, a cura di G. Asquini e Pietro Lucisano, La Nuova Italia, Firenze 1991, pp. 51-84).

Ha dedicato anche parte della ricerca all'analisi di fenomeni di contatto, alle modalità d'apprendimento/insegnamento dell'italiano L2, alle questioni relative alle abilità, alla certificazione delle competenze e alle strategie di produzione di testi scritti e parlati da parte di apprendenti italiano L2 (per es. con E. Testa, Dal testo al titolo: nominalizzazione e tipologie testuali in studenti italiano L2, in Atti SLI 1994; Sperimentando si orienta: l'esame di italiano L2 per gli studenti universitari stranieri CILSSU, negli "Atti del Convegno dei Centri Linguistici Universitari", Siena 1997; Il gesto fa testo, con B. Cappelli in "Italiano e Oltre" n. 1 a. 2003, pp.48-50).

Ha curato il volume Lettore e oltre...confine, Atti del Corso di formazione per lettori, per incarico della Università per Stranieri di Siena, del Ministero degli Affari Esteri e del Ministero della Pubblica Istruzione (Aida Editore Firenze 2000); insieme ad Ester Vannini ha curato "Lector" in media: la didattica dell'italiano e la comunicazione, Atti del Corso di formazione per lettori, per incarico della Università per Stranieri di Siena, del Ministero degli Affari Esteri e del Ministero della Pubblica Istruzione (Aida Editore, Firenze 2001). Con John Morley e Carol Torsello ha curato gli “Atti del Convegno di Siena dell'Associazione italiana Centri Linguistici universitari” 2001, anno europeo delle lingue.



Torna a Maria Catricalà [Home]

Eventi e News

Ricevimento M. Morganti
Venerdì, 19 Aprile 2019 di Matteo Morganti
Teatro, spettacolo, performance - annullamento lezione
Lunedì, 08 Aprile 2019 di Aurora Silvestri
RICEVIMENTI PROF. GUARINO APRILE MAGGIO
Mercoledì, 03 Aprile 2019 di Raimondo Guarino
Pubblicato bando di ammissione triennale DAMS
Lunedì, 01 Aprile 2019 di Aurora Silvestri
Anticipo ricevimento studenti prof. Guanti
Giovedì, 21 Marzo 2019 di Giovanni Guanti
Bando Erasmus 2019/2020
Martedì, 05 Marzo 2019 di Matteo Morganti
Direttore: prof. Paolo D'Angelo
───────────────────────────────
Dipartimento di Filosofia Comunicazione e Spettacolo (Fil.Co.Spe.) - Università degli Studi Roma Tre
Via Ostiense, 234/236  - 00146 Roma - Fax +39.06.57338340 - E-mail direttore.filosofiacomunicazione@uniroma3.it