Questo sito utilizza un cookie tecnico per consentire la corretta navigazione. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "Ok" acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più e leggere come disabilitarne l'uso, consulta l'Informativa sull'uso dei cookie.

DAMS Roma Tre



QUALIFICA ATTUALE

Professore Associato nel Settore Concorsuale 10/C1 (TEATRO, MUSICA, CINEMA, TELEVISIONE E MEDIA AUDIOVISIVI), Settore Scientifico Disciplinare L-ART/06 (CINEMA, FOTOGRAFIA, TELEVISIONE) in servizio presso il Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo dell'Università Roma Tre.



FORMAZIONE

Aprile 2008: Dottorato di Ricerca presso il Dipartimento Comunicazione e Spettacolo dell’Università Roma Tre (XX Ciclo del Dottorato di Ricerca in “Il cinema nelle sue interrelazioni con il teatro e le altre arti”) con una tesi dal titolo: Impronte digitali. Statuto e articolazioni dell’immagine nel cinema numerico.



Luglio 2001: Corso di Formazione alla Didattica del Linguaggio Audiovisivo (organizzato dalla Fondazione Scuola Nazionale di Cinema).



Aprile 2001: Laurea in Lettere (indirizzo Comunicazione e Spettacolo – Università Roma Tre) con una tesi dal titolo Dalla serialità alle immagini digitali. Analisi di un percorso tra cinema e televisione – votazione: 110/110 e Lode – menzione CineCinemas-Tele Più nell’ambito del “Premio Sacchi” 2002.



Giugno 1990: Diploma di Maturità Scientifica presso il Liceo Scientifico Statale “A. Righi” di Roma con votazione 56/60.



ATTIVITÀ DIDATTICA

Dall'anno accademico 2015/2016 è titolare dell’insegnamento di “Cinema e Storia” (6 cfu Laurea Magistrale) e dell’insegnamento di “Tecnologie del cinema e dell’audiovisivo” (ex “Teorie e pratiche del cinema digitale”, 6 cfu Laurea Triennale) presso il DAMS dell’Università Roma Tre.



Dall'anno accademico 2013/2014 è titolare dell’insegnamento di “Storia del cinema 2” (6 cfu, canale M-Z, Laurea Triennale) presso il DAMS dell’Università Roma Tre.



Dall’anno accademico 2009/2010 è titolare dell’insegnamento di “Teorie e pratiche del cinema digitale” (6 cfu, Laurea Triennale) presso il DAMS dell’Università Roma Tre.



Dall’anno accademico 2009/2010 all’anno accademico 2012/2013 è stato titolare dell’insegnamento di “Istituzioni di storia e critica del cinema” (12 cfu, canale M-Z, Laurea Triennale) presso il DAMS dell’Università Roma Tre.



Il 27 maggio 2015 ha tenuto una lezione sulle “immagini militanti” nell’Italia degli anni Settanta in occasione della presentazione del volume L’immagine politica. Forme del contropotere tra cinema, video e fotografia nell’Italia degli anni Settanta (Mimesis, 2015) presso il corso di “Storia, culture, religioni” (Prof.ssa Vanessa Roghi), Corso di Laurea Triennale, Sapienza Università di Roma.



Il 20 maggio 2015 ha tenuto una lezione dal titolo “Fotografia, militanza e violenza politica nell’Italia degli anni ’70” presso KNIR (Koninklijk Nederlands Instituut Rome).



Il 6 aprile 2014 ha tenuto una lezione-conferenza dal titolo “La performance numérique entre corps et ultracorps” nell’ambito di MAGIS – International Film Studies Spring School (Gorizia).



Il 13 marzo 2014 ha tenuto una lezione dal titolo “Images de la violence politique: les Polaroids des Brigades Rouges” all’interno del “Master Recherche Cinémas, Art et Cultures” dell’Université Paris Ouest-Nanterre La Défense.



Il 12 marzo 2014 ha tenuto una lezione dal titolo “Western e italianità: il cinema di Sergio Leone” all’interno del “Master 1 sur la société italienne contemporaine” dell’Université Paris Ouest-Nanterre La Défense.



Il 17 ottobre 2013 ha tenuto una lezione sul volume di Philippe Dubois La question vidéo (2012) nell'ambito del seminario “La questione video nel dibattito sui dispositivi: cinema, video, arte visiva” a cura della sezione “Spettacolo digitale” del Dottorato in “Studi di teatro, cinema, arti performative, tecnologie per lo spettacolo digitale” della Sapienza Università di Roma.



Il 13 giugno 2012 ha tenuto una lezione intitolata “Fantasy and Reality” all'interno di “CineRoma. An International Summer Seminar on the Cinema and the City” (Roma, Villa Mirafiori, 11-28 giugno 2012) organizzato dall’Italian Studies Program della University of Notre Dame. 



Il 1° maggio 2012 ha tenuto una lezione intitolata “I misteri d'Italia nel cinema. Strategie narrative e trame estetiche tra documento e finzione" presso The Italian Language and Literature Department della Yale University.



Il 30 aprile 2012 ha tenuto una lezione intitolata “I misteri d'Italia nel cinema. Strategie narrative e trame estetiche tra documento e finzione” presso The Graduate Center - City University of New York.



Il 3 aprile 2012 ha tenuto una lezione sul tema “La testualizzazione del reale nel contesto dei rapporti tra il cinema e i “misteri” della storia repubblicana”  presso la cattedra di Storia del cinema italiano (Prof. Giacomo Manzoli), Corso di Laurea Triennale in DAMS, Facoltà di Lettere e Filosofia, Università di Bologna.



Il 27 marzo 2012 ha tenuto una lezione sul tema del videoterrorismo all’interno del seminario “Testimonianza e storia nel cinema”, Corso di Laurea Triennale, Dipartimento di Filosofia, Sapienza Università di Roma.



Il 13 dicembre 2011 ha tenuto una lezione sul tema “Cinema italiano e misteri d’Italia” in occasione della presentazione della curatela Strane storie. Il cinema e i misteri d’Italia (Rubbettino, 2011) presso la cattedra di Modi di produzione e stile del cinema e della televisione (Prof. Vito Zagarrio), Corso di Laurea Magistrale in Cinema, televisione e produzione multimediale, Facoltà di Lettere e Filosofia, Università Roma Tre.



Il 9 dicembre 2011 ha tenuto una lezione sul tema “La testualizzazione del reale nel contesto dei rapporti tra il cinema e i “misteri” della storia repubblicana” in occasione della presentazione della curatela Strane storie. Il cinema e i misteri d’Italia (Rubbettino, 2011) all’interno del seminario “Testimonianza e storia nel cinema”, Corso di Laurea Triennale, Dipartimento di Filosofia, Sapienza Università di Roma.



Il 13 maggio 2010 ha tenuto una lezione sul tema Teorie del digitale nell’ambito del Dottorato di Ricerca in “Il cinema nelle sue interrelazioni con il teatro e le altre arti” (Dipartimento Comunicazione e Spettacolo, Università Roma Tre).



Il 4 dicembre 2009 ha tenuto una lezione sullo statuto dell’immagine digitale nell'ambito del corso di Istituzioni di regia digitale, “Suono ed immagine digitale nel film, nella tv e nella pubblicità” (dott.ssa Desirée Sabatini), Corso di Laurea triennale in Arti e Scienze dello Spettacolo, Dipartimento di Storia dell'Arte e dello Spettacolo, Facoltà di Scienze Umanistiche dell’Università di Roma “La Sapienza”.



Il 28 maggio 2009 ha tenuto una lezione su immagini digitali e videoterrorismo presso la Cattedra di Sociologia dei processi culturali (Prof.ssa Valeria Giordano), Corso di Laurea triennale in Scienze della comunicazione pubblica ed organizzativa.



Nell’anno accademico 2008/2009 è stato docente a contratto del “Laboratorio di Media Digitali” (6 cfu, Laurea Triennale) presso il DAMS dell’Università Roma Tre.



Nell’anno accademico 2007/2008 è stato docente a contratto del “Laboratorio di Web Communication” (6 cfu, Laurea Magistrale) presso l’Università degli Studi di Cassino (Polo didattico di Sora).



Nel mese di aprile 2008 ha tenuto un seminario intensivo sulla tecnologia digitale presso la Cineteca di Bologna nell’ambito di “Officinema. La bottega dei mestieri” (Presidente: Giuseppe Bertolucci).



Dall’anno accademico 2003/2004 all’anno accademico 2007/2008 è stato Cultore della materia nel settore scientifico-disciplinare L-ART/06 presso la Cattedra di “Istituzioni di regia cinematografica e televisiva” del Prof. Vito Zagarrio (Università Roma Tre). In tale periodo ha tenuto diverse lezioni sul Cinema Digitale e sui rapporti tra il cinema e la nuova serialità televisiva, occupandosi anche dell’organizzazione di incontri con esponenti del mondo del cinema e della televisione.



Dal 25 marzo al 3 aprile 2008 è stato Visiting Professor per un seminario intensivo sul Cinema Digitale presso l’Italian Language and Literature Department della Yale University.



Nel mese di dicembre 2007 ha tenuto una serie di lezioni sul Cinema Digitale nell’ambito del corso “Tecnico superiore esperto della produzione cinematografica e audiovisiva” finanziato dalla Regione Lazio e dall'Unione Europea presso il Centro Studi paritario Manieri Copernico di Roma.



Nel mese di novembre 2007 ha tenuto il Laboratorio di “Documentario e inchiesta” nell’ambito del Master in “Professioni e Formati della Televisione e della Radio Contemporanee” (Università Roma Tre).



Nell’anno accademico 2006/2007 è stato docente a contratto del “Laboratorio di regia” (6 cfu, Laurea Triennale) presso il DAMS dell’Università Roma Tre.



Nel mese di aprile 2007 ha tenuto un seminario intensivo sul Cinema Digitale nell’ambito della VII edizione del Roma Independent Film Festival.



Dal 2006 al 2008 è stato Tutor didattico del Master in “Professioni e Formati della Televisione e della Radio Contemporanee” (Università  Roma Tre) nell’ambito del quale ha tenuto alcune lezioni sull’applicazione della tecnologia digitale nella regia cinematografica e televisiva. 



ATTIVITÀ SCIENTIFICA

Le ricerche si orientano in due principali direzioni: da un lato, quella relativa alle implicazioni di ordine teorico connesse all’introduzione della tecnologia digitale nel cinema; dall’altro, in una prospettiva culturalista, quella facente capo ai rapporti tra il cinema, la storia e l’immaginario politico, con specifica attenzione alle relazioni tra la produzione filmica e la storia repubblicana italiana. Il comune denominatore di questi due rami di ricerche è rappresentato dal costante interesse nei confronti della problematicità connaturata alla dimensione referenziale dell’immagine cinematografica.

Quanto al primo fronte di ricerca, gli studi si sono inizialmente concentrati sull’analisi dei dispositivi di ripresa digitali e sulla loro capacità di incidere sulle nuove forme della messa in scena cinematografica, verificando le ricadute sui modi di espressione e di produzione determinate dall’adozione della tecnologia numerica in un contesto sia italiano che internazionale.

Un’approfondita disamina di stampo semiotico ha poi riguardato lo statuto dell’immagine digitale nel contesto della nuova fase che il cinema attraversa attualmente: quella contraddistinta, oltre che dal perfezionamento delle capacità produttive dell’immagine di sintesi, dalla transizione dalla ripresa fotografica a quella numerica. Prendendo, così, in considerazione la “nuova immagine” tanto nella sua articolazione fotonumerica quanto in quella infografica, si è inteso evidenziare come l’azione della tecnologia digitale sia da inquadrare non già nel contesto di una deriva derealizzante, quanto nell’ambito di una messa in luce netta e definitiva di aspetti problematici che caratterizzano l’immagine cinematografica sin dalle sue origini. Oggetto stratificato per eccellenza, l’immagine numerica si costituisce infatti come perfetta sintesi di calco e calcolo, ma anche di antico e moderno, di passato e futuro, come si è voluto dimostrare anche attraverso l’analisi sul campo di pratiche rappresentative degli assetti assunti dal cinema digitale a livello internazionale.

Tali ricerche si sono inserite in una più generale considerazione dello scenario postmoderno, interpretato ricorrendo alla prospettiva dello “specifico digitale” e ad un concetto chiave come quello di ibrido. È questo il territorio in cui, ad esempio, si è proposta la lettura di un autore come Quentin Tarantino, di cui si è analizzata, in particolare, una delle ultime opere in qualità di contraddittorio paradigma di un cinema “corporeo” e  anti-digitale che tuttavia, pur elevando ad ennesima potenza il proprio statuto chimico, fotografico, analogico, nella poetica del regista statunitense continua a costituirsi come puro segno, superficie, simulacro privo di referente.

Mantenendo ferma l’attenzione nei confronti della contemporaneità e dei più recenti sviluppi tecnologici cui è andato incontro il cinema negli ultimi anni, si è quindi proceduto a investigare il rapporto tra i corpi meticci rappresentati in maniera sempre più ossessiva dal cinema degli ultimi anni e le pratiche attoriali, altrettanto ibride, che ne presiedono la configurazione. Ne è derivata una specifica ricerca volta ad esaminare lo statuto dei personaggi digitali (o digital characters), implicando con ciò uno studio delle nuove procedure di traslazione della performance attoriale nell’orizzonte numerico. Ponendo in correlazione alcuni esiti del cinema sintetico contemporaneo con quelli di certa produzione videoludica si è quindi evidenziato come gli attuali dispositivi funzionali alla digital performance, piuttosto che cancellare e dissolvere la nozione di umano, la potenzino rielaborandola in forme inedite, nel contesto di una più generale moltiplicazione dell’identità in cui il corpo attoriale riemerge nella suadente forma di ciò che si è indicato in termini di “ultracorpo” digitale. Secondo questa prospettiva, si è ulteriormente proceduto ad esaminare la complessa natura delle relazioni tra attore e personaggio in regime di performance digitale, approfondendo l’esame di alcuni casi filmici paradigmatici in cui si realizza un vero e proprio “détournement corporeo” tra l’attore in carne ed ossa e la sua controparte computerizzata.

Sul fronte delle ricerche riguardanti il cinema come oggetto e al contempo soggetto della storia, l’indagine si caratterizza per una serie di contributi scientifici di prospettiva culturalista. In quest’orizzonte si colloca – a partire dall’analisi di una recente opera filmica tedesca – una comparazione della rappresentazione cinematografica del terrorismo tra Germania e Italia, così come uno specifico approfondimento interdisciplinare delle strategie narrative e delle modalità formali con cui è stata configurata l’”immagine” di Aldo Moro tra cinema, fotografia e letteratura.

Questa linea di ricerca ha trovato sostegno anche nell’esame di alcuni case studies di diversa matrice, sfociando quindi in un più ampio quadro mirato a ripercorrere i procedimenti di “testualizzazione del reale” messi in atto dal cinema italiano nel rapporto più generale con alcuni nodi storico-politici degli ultimi decenni.

Mantenendo una costante attenzione nei confronti del cinema italiano – “oggetto” indagato sia in una prospettiva generale mirata a delineare una mappa della produzione più recente secondo le sue costanti di carattere estetico e produttivo, sia secondo un’ottica indirizzata all’analisi del singolo caso autoriale (Sergio Leone, Damiano Damiani) – si è quindi osservato il variegato universo del cinema popolare rispetto alle sue capacità di riflettere e rielaborare un certo immaginario politico: anche in questo caso la ricerca si è mossa tanto sul piano dell’indagine ad ampio spettro quanto su quello dell’approfondimento del singolo esempio paradigmatico.

Tale lavoro ha trovato costante alimentazione e verifica in una fitta serie di relazioni scientifiche tenute all’interno di convegni presso università e istituzioni italiane e internazionali, contesto in cui si è ricoperto in diverse occasioni anche il ruolo di curatore e animatore di panel, tavole rotonde e rassegne cinematografiche. Queste attività – unitamente alla mansione di direttore di collana editoriale e di membro di comitati scientifici di riviste e convegni internazionali – hanno offerto l’opportunità di stringere rapporti di scambio culturale con studiosi di fama internazionale, quali, ad esempio, Lev Manovich (University of California), David Bordwell (University of Wisconsin-Madison), Kristin Thompson (University of Wisconsin-Madison), Laurent Jullier (Université Paris III-Sorbonne Nouvelle), Millicent Marcus (Yale University), Alan O’Leary (University of Leeds).



Pubblicazioni

Volumi



L’immagine politica. Forme del contropotere tra cinema, video e fotografia nell’Italia degli anni Settanta, Mimesis, Milano, 2015.



Damiano Damiani. Politica di un autore (a cura di), Bulzoni, Roma, 2014.



Schermi politici. Storia, identità e ideologia nel cinema italiano (a cura di), numero monografico di «Rivista di Politica» (Rubbettino Editore), n. 1, 2014.



Sergio Leone. Il cinema come favola politica, Ente dello Spettacolo, Roma, 2013.



Anni Ottanta: quando tutto cominciò. Realtà, immagini e immaginario di un decennio da ri-vedere (a cura di, con Paolo Mattera), numero monografico di «Cinema e Storia. Rivista di studi interdisciplinari» (Rubbettino Editore), n. 1, 2012.



Cinema digitale. Teorie e pratiche, Le Lettere, Firenze, 2012 (ristampa 2014).



Strane storie. Il cinema e i misteri d’Italia (a cura di), Rubbettino, Soveria Mannelli (CZ), 2011.



Ultracorpi. L’attore cinematografico nell’epoca della digital performance, Bulzoni, Roma, 2011.



Impronte digitali. Il cinema e le sue immagini tra regime fotografico e tecnologia numerica, Bulzoni, Roma, 2009 (prefazione di Laurent Jullier).



Il terrore corre sul video. Estetica della violenza dalle BR ad Al Qaeda, Rubbettino Editore, Soveria Mannelli (CZ), 2008.



Schermi di piombo. Il terrorismo nel cinema italiano, Rubbettino Editore, Soveria Mannelli (CZ), 2007.



Destra e sinistra nel cinema italiano. Film e immaginario politico dagli anni ’60 al nuovo millennio (con Michele Picchi), Edizioni Interculturali, Roma, 2006.



La meglio gioventù. Esordi italiani 2000-2006 (a cura) - Catalogo del XX Evento Speciale della 42a edizione della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro (24 giugno - 1 luglio 2006), Fondazione Pesaro Nuovo Cinema, Roma, 2006.



Il digitale nella regia, Dino Audino Editore, Roma, 2004 (ristampa 2010).



L’estetica dell’ibrido. Il cinema contemporaneo tra reale e digitale (con Barbara Maio), Bulzoni Editore, Roma, 2003.



Fiction TV. Manuale della fiction televisiva (con Barbara Maio), Editrice Cinetecnica, Faenza (RA), 2003.



Saggi in volumi, riviste e cataloghi

Tecnologia, in G. Carluccio, L. Malavasi, F. Villa, Il cinema. Percorsi storici e questioni teoriche, Carocci, Roma, 2015.



Ludicizzazione e corpo digitale: cinema e videogame, in A. Catolfi, F. Giordano (a cura di), L’immagine videoludica. Cinema e media digitali verso la gamification, Ipermedium, S. Maria Capua Vetere (CE), 2015.



Sguardi intensificati, in P. Mattera, C. Uva, Cinema e Storia: note sullo “stato dell’arte” del dibattito, in «Studi Culturali», n. 2, 2015.



Un borgo nella metropoli. Ettore Scola a Palazzo Federici, in «The Italianist Film Issue», June  2015.



Images of Violence, Violence of Images:
The “Years of Lead” and the Practice of Armed Struggle between Photography and Video, in Sarah Patricia Hill, Giuliana Minghelli (eds.), Stillness in Motion: Italy, Photography and the Meanings of Modernity, University of Toronto Press, Toronto, 2014



Tecnica e cinema, in «Parolechiave», n. 51, 2014.



Recenti tendenze negli studi di cinema in Italia, in «The Italianist Film Issue», June  2014.



Articolazioni politiche del cinema italiano contemporaneo, in «Rivista di Politica», n. 1, 2014.



Italia ultimo atto: il cinema del 1977, in Ermanno Taviani (a cura di), Italia 1977: crocevia di un cambiamento, in «Cinema e Storia. Rivista di studi interdisciplinari», n. 1, 2014.



Cinema e terrorismo tra Germania e Italia: spettacolo, metalinguaggio, autorialità, in Luca Peretti, Vanessa Roghi (a cura di), Immagini di piombo. Cinema, storia e terrorismi in Europa, Postmedia, Milano, 2014.



Le "cinéma américain par excellence" selon Sergio Leone, in «La Tribune Internationale des Langues Vivantes», n. 56, Novembre 2013.



L'immagine tra calco e calcolo, in «Fata Morgana. Quadrimestrale di cinema e visioni», n. 21, settembre-dicembre 2013.



Il buono, il brutto, il fascista: di cosa parlano gli spaghetti western?, in «Bianco e Nero. Rivista quadrimestrale del Centro Sperimentale di Cinematografia», n. 576-577, maggio-dicembre 2013.



La digital performance e il trattamento informatico dell'energia attoriale, in «Imago. Studi di cinema e media», n. 7/8, 2013.



Appunti per una definizione del (nuovo) cinema politico, in «The Italianist Film Issue», June  2013.



Romanzo di una strage, in «Quaderni del CSCI», n. 9, 2013.



Gli anni di piombo al cinema. Immagini e rappresentazioni della violenza nell'Italia degli anni Settanta, in «Rivista di Politica», n. 1, 2013.



L'immagine eversiva. La lotta armata come pratica video-fotografica, in «Officina della Storia», n. 9, 2013.



Les icônes des Brigades Rouges. Photographie et terrorisme en Italie, in Anne-Marie Bernon-Gerth, Liliane Crips, Nicole Gabriel,  Françoise Richer-Rossi (sous la direction de), Les médias à l'épreuve du réel, Michel Houdiard  Editeur, Paris, 2012.



L'emotion capture: il volto attoriale nell'orizzonte della trasfigurazione digitale, in Giorgio De Vincenti, Enrico Carocci (a cura di), Il cinema e le emozioni. Estetica, espressione, esperienza, Ente dello Spettacolo, Roma, 2012.



Il cinema digitale italiano tra alta e bassa definizione, in Franco Montini, Vito Zagarrio (a cura di), Istantanee sul cinema italiano. Film, volti, idee, Rubbettino, Soveria Mannelli (CZ), 2012.



Echi e macerie del terrorismo nel cinema italiano degli anni Ottanta, in Paolo Mattera, Christian Uva (a cura di), Anni Ottanta: quando tutto cominciò...Realtà, immagini e immaginario di un decennio da ri-vedere, in «Cinema e Storia. Rivista di studi interdisciplinari», n. 1, 2012.




Il Caimano, ovvero l'immaginazione al potere, in Vito Zagarrio (a cura di), Nanni Moretti. Lo sguardo morale, Marsilio, Venezia, 2012.



Bisignani, Lavitola e la P4: quale cinema per raccontare quest’Italia?, in «Blow Up», n.  164, gennaio 2012.



Voce High Definition, in Riccardo Finocchi, Daniele Guastini (a cura di), Parole chiave della nuova estetica, Carocci, Roma, 2011.



Gollum e i suoi fratelli. La natura ambigua dei digital characters, in «Imago. Studi di cinema e media», n. 3, primo semestre, 2011.



I misteri d'Italia nel cinema. Strategie narrative e trame estetiche tra documento e finzione, in Christian Uva (a cura di), Strane storie. Il cinema e i misteri d'Italia, Rubbettino, Soveria Mannelli (CZ), 2011.



L’attore e la digital performance nel cinema sintetico, in Mario Gerosa (a cura di), Cinema e tecnologia. La rivoluzione digitale: dagli attori virtuali alla nuova stagione del 3D, Le Mani, Recco (GE), 2011.



Tableaux mourants: L'immagine di Aldo Moro tra fotografia, pagina scritta e cinema, in «The Italianist Film Issue», Summer 2011.



Le cinéma politique de Damiano Damiani: le cas Quien Sabe? (El Chuncho), in «La Tribune Internationale des Langues Vivantes», n. 50, Mai 2011.



La sinistra nell’immaginario nazionale: il caso del cinema, in Marco Gervasoni (a cura di), Storia delle sinistre nell’Italia repubblicana, Costantino Marco Editore, Cosenza, 2011.



Davide Ferrario, un regista “lontano da Roma”, in «Quaderni del CSCI», n. 6, 2010.



Cronache dagli anni di piombo, in Vito Zagarrio (a cura di), Carlo Lizzani. Un lungo viaggio nel cinema, Marsilio, Venezia, 2010.



Il cinema italiano intorno a Gomorra tra visibilità, semivisibilità, invisibilità, in «The Italianist Film Issue», Summer 2010.



Le nuove immagini? Impronte digitali, in «Exibart.onpaper», n. 60, settembre/ottobre 2009.



Nuovo Cinema Italia: per una mappa della produzione contemporanea, tra tendenze, formule e linguaggi, in «The Italianist Film Issue», Summer 2009.



Un cineglossario italiano tra Autore e genere:“Il Divo” di Paolo Sorrentino, in Franco Montini (a cura di), Autorialità e cinema di genere, FAC, Roma, 2009.



Estetiche del terrorismo: Germania-Italia andata e ritorno, in Benedetta Tobagi (a cura di), Lo spettacolo della violenza (volume allegato al DVD del film La banda Baader Meinhof), Feltrinelli, Milano, 2009.



Il digitale e il caso Private di Saverio Costanzo, in Vito Zagarrio (a cura di), Gli invisibili. esordi italiani del nuovo millennio, Kaplan, Torino, 2009.



Grindhouse - A prova di morte, in Vito Zagarrio (a cura di), Quentin Tarantino, Marsilio, Venezia, 2009.



I nuovi scenari del cinema e l'avvento della tecnologia digitale tra rottura e continuità, in Memo DoceBo 2008. Istantanee dalla rassegna, Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca – Ufficio Scolastico Regionale per l'Emilia Romagna, 2008.



“Questi fantasmi”: l’immagine di Moro sul grande schermo, in «Il Ponte», novembre 2008, Il Ponte editore, Firenze.



Un’interminabile filastrocca. Nonhosonno, in Vito Zagarrio (a cura di) Argento vivo. Il cinema di Dario Argento tra genere e autorialità, Marsilio, Venezia, 2008.



La tecnologia digitale tra cinema, fumetto e romanzo. “Paz!” di Renato De Maria e “Quo vadis, baby?” di Gabriele Salvatores, in Atti del Convegno Internazionale “Narrative Synergies: Cinema and Literature in Contemporary Italy”, Cesati, Firenze, 2008 (ripubblicato nel 2009 in «L’anello che non tiene. Journal of Modern Italian Literature», Volumes 20-21, Numbers 1-2, Spring-Fall 2008-2009).



Pellicola p38, in «Exibart.onpaper», n. 50, giugno/luglio 2008.



Il «rapporto confidenziale» tra cinema e letteratura nell’ultimo Salvatores,in Franco Montini (a cura di), Immagini di parole. Cinema e letteratura nell'Italia di oggi, FAC, Roma, 2007.



Paesaggi digitali nel cinema italiano,in Gianni Canova (a cura di), Paesaggio Cinema. Spazi, ambienti e luoghi del cinema italiano, Catalogo dell’omonima manifestazione (16-31 marzo 2007), Provincia di Ancona, Assessorato alla Cultura, 2007.



La politica nel cinepanettone. Il caso Neri Parenti e il fenomeno De Sica, in «Il Ponte», gennaio 2007, Il Ponte editore, Firenze.



Un’eucarestia cinematografica, in «Il Ponte», luglio 2006, Il Ponte editore, Firenze.



Esordi digitali, in Vito Zagarrio (a cura di), La meglio gioventù. Nuovo Cinema Italiano 2000-2006, Marsilio, Venezia, 2006.



John Waters (recensione all’omonima monografia “Il Castoro” di Vito Zagarrio), in «Ágalma», n. 11, marzo 2006, Meltemi editore, Roma.



Le ideologie clandestine del Western all’italiana, in «Il Ponte», n. 8-9, agosto-settembre 2005, Il Ponte editore, Firenze.



La fabbrica napoletana, tra soap e action, in Laura Delli Colli, Vito Zagarrio (a cura di), La piccola sorella. Nella fabbrica della fiction, tra cinema e televisione, FAC, Roma, 2005.



Con-fusioni cinetelevisive, in «Il Ponte», n. 7, luglio 2005, Il Ponte editore, Firenze.



“C.S.I. Crime Scene Investigation”, in Franco Monteleone (a cura di), Cult Series. Le grandi narrazioni televisive nell'America di fine secolo (Vol. II), Dino Audino Editore, Roma, 2005.



Sempre più cybercinema, in «Il Ponte», n. 4, aprile 2004, Il Ponte Editore, Firenze.



Analisi di un ibrido cine-televisivo. “Resurrezione”, in Vito Zagarrio (a cura di), I Taviani. Un cinema di affinità elettive, Fondazione Pesaro Nuovo Cinema Onlus e Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, Roma, 2004.



Scenari del cinema digitale, in «Il Ponte», n. 5, maggio 2002, Il Ponte Editore, Firenze.



Partecipazione a progetti di ricerca

Tra il 2008 e il 2012 è stato membro all’Unità di ricerca dell’Università Roma Tre (responsabile dell'Unità: Vito Zagarrio) per il Progetto PRIN coordinato a livello nazionale dall’Università degli Studi di Udine (coordinatore scientifico: Leonardo Quaresima). Titolo del progetto dell’Unità di ricerca: “La formazione dei ‘quadri’ nel cinema 'espanso' del nuovo millennio”.



Nel 2011 è stato membro dell’Unità di ricerca del Dipartimento Comunicazione e Spettacolo dell’Università Roma Tre (responsabile: Enrico Menduni) vincitrice del bando per il progetto “L’offerta di servizi digitali e Future Internet” afferente al programma “Servizi e contenuti per le reti di nuova generazione” dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.



Altre attività scientifiche

è direttore scientifico della collana “cinemaespanso” (Bulzoni Editore);

è direttore scientifico della collana “Cinema” (Rubbettino Editore); 

è condirettore scientifico della collana internazionale “Italian Frame” (Mimesis Editore);

è fondatore e condirettore scientifico di «Cinema e Storia. Rivista di studi interdisciplinari» (Rubbettino Editore), rivista di “Classe A” nell’Area 10-C1 (Teatro, musica, cinema, televisione e media audiovisivi); 

è membro del comitato direttivo e caporedattore di «Imago. Studi di cinema e media» (Bulzoni Editore), rivista di “Classe A” nell’Area 10-C1 (Teatro, musica, cinema, televisione e media audiovisivi); 

è membro del comitato direttivo de «L’Avventura. International Journal of Italian Film and Media Landscapes » (Il Mulino Editore);

è membro del comitato scientifico della collana "Zootropio" (Bulzoni Editore);

è membro del comitato scientifico della collana "Le Torri" (Fondazione Ente dello Spettacolo);

è membro del comitato scientifico e referee delle riviste internazionali:

-       «The Italianist – Film» (Maney Publishing)

-       «Screencity» (online)

-       «EmergingSeries Journal» (online)

è membro del comitato di redazione e referee della rivista «Fata Morgana. Quadrimestrale di cinema e visioni» (Pellegrini Editore), rivista di “Classe A” nell’Area 10-C1 (Teatro, musica, cinema, televisione e media audiovisivi);



È membro del comitato scientifico dei convegni internazionali di studi cinematografici del Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo dell’Università Roma Tre.



Nel novembre del 2015 curerà con Vito Zagarrio “Cinema e Storia. Tempo, memoria, identità nelle immagini del nuovo millennio”, XXI Convegno Internazionale di Studi Cinematografici del Dipartimento di Filosofia Comunicazione e Spettacolo dell’Università Roma Tre.



Nel maggio del 2014 ha curato per la Cineteca Nazionale la retrospettiva dedicata alla "Giornata della memoria per le vittime del terrorismo e delle stragi".



Nel febbraio del 2014 ha ideato e curato per la Cineteca Nazionale la retrospettiva dal titolo "Italia ’77: ultimo atto?”.



Nel dicembre 2013 ha curato con Marco Maria Gazzano e Vito Zagarrio “Cinema, Virtualità & Corpo”, XIX Convegno Internazionale di Studi Cinematografici del Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo dell’Università Roma Tre.



Nel dicembre 2012 ha curato con Marco Maria Gazzano e Vito Zagarrio “Cinema & Rete”, XVIII  Convegno Internazionale di Studi Cinematografici del Dipartimento di Comunicazione e Spettacolo dell’Università Roma Tre.



Nella primavera del 2012 ha ideato e curato per la Cineteca Nazionale la retrospettiva dal titolo "Misteri d'Italia" (seconda parte).



Nell’autunno del 2010 ha ideato e curato per la Cineteca Nazionale la retrospettiva dal titolo “Misteri d’Italia” (prima parte).



Nel maggio del 2008 ha ideato e curato “Schermi di piombo. L’immagine del terrorismo tra cinema e televisione”, Convegno Internazionale di Studi tenutosi presso l’Università Roma Tre.



Nella primavera del 2008 ha ideato e curato per la Cineteca Nazionale la retrospettiva dal titolo “Schermi di piombo. Il terrorismo nel cinema italiano”.



Negli anni 2006, 2008 e 2010 ha collaborato con Vito Zagarrio all’organizzazione degli Eventi Speciali della Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro (“La meglio gioventù”, “Dario Argento”, “Carlo Lizzani”).



Incarichi istituzionali

È rappresentante della Biblioteca di Area delle Arti (sezione Spettacolo “Lino Miccichè”) nella “Commissione risorse elettroniche” dell'Università Roma Tre.

È membro del Collegio di Dottorato in “Paesaggi della città contemporanea: politiche, tecniche e studi visuali” dell’Università Roma Tre.

È membro supplente del Collegio di Dottorato in “Studi di teatro, cinema, arti performative, tecnologie per lo spettacolo digitale” della Sapienza Università di Roma.

È tutor della Laurea Triennale in DAMS dell'Università Roma Tre.

È membro della “Commissione riconoscimento crediti esterni” del Collegio Didattico in Scienze e Tecnologie delle Arti, della Musica e dello Spettacolo.

È stato membro del Consiglio di Giunta del Dipartimento Comunicazione e Spettacolo dell'Università Roma Tre.



Attività convegnistica

Luglio 2015, Summer Film School Uherské Hradiště (CZ) – Conferenza dal titolo Importance of Political Film in Italy in the Early 70s.



Luglio 2015, Heinrich-Heine-Universität Düsseldorf – Convegno Internazionale “Aktuelle Tendenzen des italienischen Kinos: relatore con un intervento dal titolo Storia, politica e identità nazionale nel cinema italiano contemporaneo.



Maggio 2015, ANPI Parigi – “Sezione Carlo e Nello Rosselli”, in collaborazione con il Comitato di Parigi dell’Associazione Dante Alighieri e “La Libreria à Paris” –  Conferenza e dibattito su “Cinema e antifascismo” in occasione della presentazione del n. 1/2015 di “Cinema e storia. Rivista di studi interdiscplinari”.



Maggio 2015, Università di Tor Vergata (Roma) - Convegno “Cinema, televisione e terrorismo”: relatore con un intervento dal titolo Il contropotere del “videoteppismo” nell’Italia degli anni ‘70: da Videobase ad Alberto Grifi.



Aprile 2015, Indiana University (USA) - Convegno Internazionale “The Sixth Annual Film Symposium on New Trends in Modern and Contemporary Italian Cinema”: relatore con un intervento dal titolo Storia e identità nazionale nel cinema italiano contemporaneo, tra strategie dell'attenzione e immaginazione al potere.



Dicembre 2014, Università Roma Tre - Convegno Internazionale “Fotografia e culture visuali del XXI secolo. La “svolta iconica” e l’Italia”: relatore con un intervento dal titolo Teoria e pratica della fotografia “politica”. Note sul dibattito italiano degli anni ’70.



Ottobre 2014, Università Roma Tre - Giornata di studi "Il possibile e il meraviglioso. Architettura, cinema e città" (nell'ambito dell'evento "Renato Nicolini. Meraviglioso urbano"): relatore con un intervento dal titolo La Roma di Ettore Scola tra Storia e microstoria.



Ottobre 2014, Bibliomediateca "Mario Gromo" (Torino) - Partecipazione alla tavola rotonda “Sergio Leone. Cineasta visionario e innovativo”.



Maggio 2014, University of Zurich (CH) - XXXIV Convegno annuale dell’American Association for Italian Studies (AAIS):

- Curatore e moderatore del panel in tre sessioni “L'identità italiana attraverso il cinema”.

- Co-curatore e moderatore della tavola rotonda in tre sessioni "Nuovo Cinema Politico".

- Partecipazione al panel "Italian Cinema/Italian Histories" (curato da Alan O'Leary, University of Leeds) con un intervento dal titolo Astorico, anacronistico, antistorico. Note sul cinema italiano di fronte alla Storia.



Maggio 2014, Università Roma Tre - Giornata di studi "Forme del mito e cinema americano": relatore con un intervento dal titolo L'”italianizzazione” del mito americano nel western di Sergio Leone.



Marzo 2014, Università degli Studi di Pavia - Giornata di studi “Ti scrivo, mi guardi”: relatore con un intervento dal titolo La messa a fuoco del nemico nelle "missive" fotografiche e video delle Brigate Rosse.



Febbraio 2014, Casa del Cinema (Roma) - Incontro "Il terrorismo raccontato ai ragazzi" promosso da Regione Lazio e Roma Capitale: relatore con un intervento dal titolo Il fenomeno del terrorismo attraverso la rappresentazione cinematografica.



Novembre 2013, Università Roma Tre - Convegno Internazionale "Cinema, Virtualità & Corpo": relatore con un intervento dal titolo Mettere tutto a fuoco...Il corpo del potere nelle immagini fotografiche delle Brigate Rosse.



Ottobre 2013, Fondazione Bruno Kessler (Trento) - Seminario "Visioni, Realtà, Utopia": relatore con un intervento dal titolo Il "reale" e il "realismo" cinematografico nell'epoca delle immagini digitali.



Maggio 2013, Università di Messina - Seminario “Verso un lessico del cinema italiano”: relatore con un intervento riguardante la rappresentazione della storia nel cinema italiano.



Maggio 2013, Senato della Repubblica – Convegno internazionale “Italia 1977, ambivalenze di una modernità”: relatore con un intervento dal titolo Italia ultimo atto: il cinema del ’77.



Aprile 2013, University of Oregon (USA) - XXXIII Convegno annuale dell’American Association for Italian Studies (AAIS):

- Curatore e moderatore del panel in due sessioni “L'identità italiana attraverso il cinema”.

- Relatore con un intervento dal titolo Western e italianità: il caso Leone.



Febbraio 2013, University of Cambridge - Seminario "Italian Cinemas/Italian Histories": relatore con un intervento dal titolo La storia nel cinema italiano: dibattito teorico e ipotesi interpretative.



Novembre 2012, University of London - Conferenza annuale dell'Association for the Study of Modern Italy (ASMI) "Patterns of Protest in Modern Italy. History, Agents and Representation": relatore con un intervento dal titolo Immagini della violenza, violenza delle immagini: gli "anni di piombo" e la pratica della lotta armata tra fotografia e video



Maggio 2012, Università per Stranieri di Perugia - Convegno “L'immagine videoludica”: relatore con un intervento dal titolo Ludicizzazione e corpo digitale: cinema e videogame.



Maggio 2012, College of Charleston (USA) - XXXII Convegno annuale dell’American Association for Italian Studies (AAIS):

- Curatore e moderatore del panel in due sessioni “Cos'è restato degli anni '80. Immagini e immaginario di un decennio da ri-vedere attraverso il cinema e la televisione”. Relatore con un intervento dal titolo Echi e macerie del terrorismo nel cinema italiano degli anni '80.

- Presentazione della curatela Strane storie. Il cinema e i misteri d'Italia (Rubbettino, 2011). 



Marzo 2012, Università di Siena - Relatore alla conferenza in occasione della presentazione del libro Sguardi incrociati. Cinema, testimonianza, memoria nel lavoro teorico di Marco Dinoi (Fondazione dello Spettacolo, 2011).



Novembre 2011, University of Cambridge (St. John’s College) - Discussione a partire dalla curatela del volume Strane storie. Il cinema e i misteri d’Italia (Rubbettino, 2011).



Ottobre 2011, Istituto di Politica (Biblioteca della Camera dei Deputati-Roma) -Convegno “«Non siamo riusciti a far capire cos'è stato per noi». I racconti della violenza politica sull'Italia degli anni di piombo”: relatore con un intervento dal titolo Il cinema e il terrorismo.



Giugno 2011, ADD Festival-Arti Digitali (MACRO-Roma) -Panel “Rivoluzione digitale, cinema, videoclip”: relatore con un intervento dal titolo Dal corpo all’ultracorpo. L’attore cinematografico e la digital performance.



Aprile 2011, University of Pittsburgh (USA) –XXXI Convegno annuale dell’American Association for Italian Studies (AAIS):

- Curatore e moderatore della tavola rotonda in due sessioni “Il cinema e i Misteri d’Italia. Da Salvatore Giuliano a Il Divo”;

- Panel “Italian Cinema in the Present Tense: Case Studies & Current Trends”: relatore con un intervento dal titolo La Roma di Ettore Scola tra Storia e storie: dal “piccolo mondo antico‟alla città reale, tra analogico e digitale.



Dicembre 2010, Università Roma Tre - Convegno Internazionale “Cinema & Energia”: relatore con un intervento dal titolo Ultracorpi. L’attore e la digital performance nel cinema sintetico.



Novembre 2010, Università Roma Tre - Curatore della tavola rotonda “Cinema e misteri d’Italia”.



Ottobre 2010, Università di Modena e Reggio Emilia - Convegno “Violenza politica e lotta armata negli anni Settanta”: relatore con un intervento dal titolo Gli anni di piombo e la pratica della lotta armata tra fotografia e video.



Ottobre 2010, Université Paris Diderot (Paris 7) - Convegno Internazionale “Médias et Société: Entre réalités et fictions”: relatore con un intervento dal titolo Les icônes des Brigades Rouges. Photographie et terrorisme en Italie.



Aprile 2010, University of Michigan (Ann Arbor, USA) –XXX Convegno annuale dell’American Association for Italian Studies (AAIS):

- Curatore e moderatore del panel “Strane Storie. Il cinema e i Misteri d’Italia”;

- Panel “Attraverso il (cinema del) Novecento: Carlo Lizzani”: relatore con un intervento dal titolo Il cinema di Lizzani e gli anni di piombo, tra violenza politica e lotta armata.



Febbraio 2010, Università Roma Tre - Incontro “L’impronta del cinema sulle case popolari, tra storia e cultura”: relatore con un intervento dal titolo Un borgo nella metropoli. Ettore Scola a Palazzo Federici.



Gennaio 2010, University of Warwick (UK) - Convegno Internazionale “Da ‘Sodoma’ a ‘Gomorra’: Framing Crisis and Rebirth in Italian Cinema”: relatore con un intervento dal titolo Italia Calibro 38. Il cinema di genere e gli anni di piombo.



Dicembre 2009, Università Roma Tre -Convegno Internazionale “Cinema italiano e culture europee”: relatore con un intervento dal titolo L'immagine del terrorismo tra spettacolo e metalinguaggio: Germania-Italia, andata e ritorno.



Novembre 2009, Saturno Film Festival 2009 (Alatri (Roma)) - Seminario di studi “Cinema, storia e terrorismi in Europa”: relatore con un intervento dal titolo Bande armate, camerati e golpisti. Il cinema di genere e il terrorismo.



Novembre 2009, Istituto Nazionale di Studi Romani (Roma) - Convegno “La cultura a Roma dal secondo dopoguerra ad oggi”: relatore con un intervento dal titolo La città di Roma nel cinema italiano contemporaneo: Ettore Scola tra Storia e storie.



Maggio 2009, St. John’s University (New York, USA) – XXIX Convegno annuale dell’American Association for Italian Studies (AAIS):

- co-curatore  del panel “Il Rosso e il Nero. Politics and Ideology in Italian Film from Mussolini to Berlusconi”, relatore con un intervento dal titolo Que viva la Revolución! Terzomondismo, contestazione e ribellismo nel western all’italiana.

- ospite nella tavola rotonda “Italian Terrorists and Manipulation of Mass Media”
.



Aprile 2009, Université Paris Ouest - Nanterre La Défense, partecipazione alla tavola rotonda “Antagonismes politiques, terrorismes et mémoire en Italie et en Allemagne pendant les années de plomb”.



Marzo 2009, Università Roma Tre - Convegno “Il fenomeno Facebook”: relatore con un intervento dal titolo Pensieri e parole...e sempre più immagini: il cinema su Facebook, Facebook al cinema.



Marzo 2009, University of Warwick (UK) - Convegno Internazionale “Enlightening Encounters: Italian Literature and Photography Through Time”: relatore con un intervento dal titolo Tableaux mourants. L'iconografia della vittima sacrificale da Il prigioniero di Anna Laura Braghetti a Buongiorno, notte di Marco Bellocchio, tra realtà e immaginazione.



Ottobre 2008, Accademia di San Luca (Roma) - Simposio “Conoscere la città che cambia - proposte per la trasformazione”, promosso dalla Scuola Dottorale “Culture e trasformazioni della città e del territorio”: relatore con un intervento dal titolo La città di Roma nel cinema italiano contemporaneo, tra analogico e digitale.



Settembre 2008, Fiera di Bologna - Manifestazione “DoceBo. Contributi ed esperienze per l'educazione e la didattica”: relatore con un intervento dal titolo I nuovi scenari del cinema e l'avvento della tecnologia digitale tra rottura e continuità.



Giugno 2008, Casa della Memoria e della Storia (Roma) - Presentazione della rivista di studi storici «Persona e società»: relatore con un intervento dal titolo Il rapimento di Aldo Moro e il cinema italiano: linguaggi, immagini e rappresentazione.



Maggio 2008, Taormina (CT) - XXVIII Convegno annuale dell’American Association for Italian Studies (AAIS), panel “Terrorismi d’Italia”: relatore con un intervento dal titolo Italia P38. I terrorismi italiani nel cinema di genere.

  

Aprile 2008, Cinema Edison d’Essai (Parma): intervento nell’ambito dell’incontro “Il cinema ricorda. Viaggio nei film sugli anni Settanta. Dalla riflessione allo schermo” organizzato da Solares Fondazione delle Arti.



Dicembre 2007, Università Roma Tre - Convegno Internazionale “Switchover 3 – Una narrazione esplosa?”: relatore con un intervento dal titolo Impronte digitali. Dal fotografico al numerico tra rottura e continuità.



Maggio 2007, Colorado College (Colorado Springs, USA) - XXVII Convegno annuale dell’American Association for Italian Studies (AAIS), panel “The Modern Image: Intersections of Photography, Cinema and Literature in Italian Culture”: relatore con un intervento dal titolo La fotografia digitale tra cinema e letteratura: due casi a confronto.



Aprile 2007, Yale University (New Haven, USA) - Convegno Internazionale “New Italian Cinema for the New Millennium: Cinema as Witness”: relatore con un intervento dal titolo Neorealismo digitale. L’eredità di “Paisà” e l’impiego «testimoniale» della nuova tecnologia in “Private” di Saverio Costanzo.



Marzo 2007, Fano (PU) - Manifestazione “Paesaggio cinema. Spazi, ambienti e luoghi del cinema italiano": relatore con un intervento dal titolo Il paesaggio digitale nel cinema italiano.



Aprile 2006, Yale University (New Haven, USA) - Convegno Internazionale “New Italian Cinema for the New Millenium”: relatore con un intervento dal titolo Un altro cinema è possibile? La tecnologia digitale in “L’amore probabilmente” di Giuseppe Bertolucci e in “Dopo mezzanotte” di Davide Ferrario.



Gennaio 2006, Oxford University (GB) - Convegno Internazionale “Narrative Synergies: Cinema and Literature in Contemporary Italy”: relatore con un intervento dal titolo La tecnologia digitale tra cinema, fumetto e romanzo. “Paz!” di Renato De Maria e “Quo vadis, baby?” di Gabriele Salvatores.



Ottobre 2004, Mifed (Milano) - Convegno “Nuovo Cinema e nuovi linguaggi” organizzato da IBTS-Crossmedia Marketplace: relatore con un intervento dal titolo L’ibrido nel cinema e nella televisione della postmodernità.















ALTRE ESPERIENZE LAVORATIVE



E’ autore di alcuni documentari e di numerosi speciali televisivi per i canali Raisat. E’ stato aiuto regista in ambito cinematografico e teatrale, collaborando con Roman Polanski  per l’allestimento dello spettacolo Amadeus (1999/2000).



Filmografia sintetica

2004: Documentario (40 min.) Gli ultimi menestrelli di Dante: l’ottava rima nella tradizione dei poeti contadini della Toscana (menzione UNESCO). 2002: Documentario (40 min.)

204: Tris – Indagine su un film al di sopra di ogni scommessa: approfondimento-inchiesta sul film Febbre da cavallo per Cecchi Gori Home Video e LA7.

2002: Special (15 min.) “Amnèsia” – Un film di Gabriele Salvatores per RAISAT CINEMA.

2000: Documentario (2 puntate da 30 min.) Viaggio alla scoperta delle scuole di cinema in Italia per RAISAT CINEMA.

2000: Special (30 min.) dal festival di cinema Noir in festival 2000 per RAISAT CINEMA.

2000: Documentario (30 min.) sullo spettacolo teatrale Amadeus di Roman Polanski per RAISAT SHOW.

1999: Serie di interviste I mestieri del cinema per RAISAT CINEMA.



Spettacoli teatrali

2002: Aragoste rosse(regista e autore; atto unico/60 min.), Teatro Agorà (Roma) marzo 2002.

2000:Prima di tutto(regista e autore; atto unico/70 min.),Teatro Il Cantiere (Roma) Stagione 2000; Teatro Grandinetti (Lamezia Terme - CZ) Giugno 2000.

1999/2000: Il sangue è la vita(autore; 2 atti unici/tot. 60 min.), Teatro dell'Orologio (Roma) Stagione 1999; Teatro Agorà (Roma) Stagione 2000.



1999/2000/2001: Una commedia quasi divina(regista e autore; atto unico/70 min.), Teatro Il Cantiere (Roma) Stagione 1999; Teatro Agorà (Roma) Stagione 2000; Auditorium di Lamezia Terme (CZ) marzo 2001 - Vincitore del Premio"Anna e Benito Scardamaglia per la giovane drammaturgia".

Torna a Christian Uva [Home]

Eventi & News DAMS

Direttore: prof. Paolo D'Angelo
───────────────────────────────
Dipartimento di Filosofia Comunicazione e Spettacolo (Fil.Co.Spe.) - Università degli Studi Roma Tre
Via Ostiense, 234/236  - 00146 Roma - Fax +39.06.57338340 - E-mail direttore.filosofiacomunicazione@uniroma3.it