Questo sito utilizza un cookie tecnico per consentire la corretta navigazione. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "Ok" acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più e leggere come disabilitarne l'uso, consulta l'Informativa sull'uso dei cookie.

BannerPagine noHome Foto

Attività di ricerca

Principali interessi di ricerca
L’attività di ricerca si è principalmente concentrata nello studio delle tradizioni teatrali, dei relativi principi, sviluppi e trasformazioni. In questa direzione la ricerca compiuta negli ultimi anni si è sviluppata lungo tre assi principali: a) il teatro napoletano tra la fine dell’Ottocento e la prima metà del Novecento e le sue tradizioni, con particolare attenzione all’arte teatrale di Raffaele Viviani; b) le tradizioni del teatro dei Pupi siciliani e del Cunto, analizzate sia a partire dall’insieme delle diverse tradizioni che si incontrano alle origini del teatro dell’Opera dei pupi palermitani, sia attraverso l’arte dell’ultimo grande erede e maestro di queste tradizioni, Mimmo Cuticchio; c) il teatro in carcere, con particolare riferimento all’esperienza teatrale negli istituti penitenziari italiani. Si tratta di una ricerca avviata nel 2013 con la collaborazione del Dipartimento l’Amministrazione penitenziaria, del Provveditorato dell’Amministrazione Penitenziaria del Lazio e, poi, del Coordinamento Nazionale Teatro in Carcere. Nell’ambito di questa ricerca ha organizzato, ideato promosso e portato avanti diverse iniziative:
·      2013, settembre: avvio del progetto di ricerca “Il teatro in carcere nel Lazio” con la collaborazione del Ministero della Giustizia/Dipartimento Amministrazione Penitenziaria/Provveditorato Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria del Lazio [progetto inserito dall’Ateneo Roma Tre tra le «iniziative dipartimentali di alto valore culturale e scientifico»];
·      2014, maggio: incontro di studio con i direttori degli Istituti penitenziari del Lazio sul tema “Teatro in carcere nel Lazio. Il punto di vista dell’Amministrazione penitenziaria” (ideazione, introduzione e coordinamento);
·      2014, luglio Protocollo d’Intesa su Teatro e Carcere tra Ministero di Giustizia/Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e Dipartimento di Giustizia Minorile e di Comunità, Coordinamento Nazionale Teatro in Carcere e Università Roma Tre/Dipartimento di Filosofia Comunicazione e Spettacolo;
·      2014, dicembre: Festival “Made in jail. Carcere e cultura” svolto al Teatro Palladium di Roma dall’11 al 14 dicembre 2014 (patrocini e sponsor: Università Roma Tre, Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo; Regione Lazio; Comune di Roma; Ufficio del Garante dei Diritti dei Detenuti della Regione Lazio; madeinjailfestival.net): spettacoli teatrali e musicali, proiezioni cinematografiche, dibattiti su libri i cui protagonisti e autori erano i detenuti (ideazione e direzione artistica);
·      2016, settembre: Accordo tra la Fondazione Cinema per Roma, il Ministero della Giustizia, il Dipartimento di Filosofia Comunicazione e Spettacolo dell’Università degli Studi Roma Tre, La Ribalta – Centro Studi Enrico Maria Salerno, per la realizzazione del progetto “La Festa del Cinema a Rebibbia”, inserito come iniziativa all’interno del programma delle edizioni 2016 e 2017 della Festa del Cinema di Roma;
novembre 2017: ampliamento del Protocollo sul Teatro in carcere al Dipartimento di Giustizia Minorile e di Comunità.
 

Eventi & News

Direttore: prof. Paolo D'Angelo
───────────────────────────────
Dipartimento di Filosofia Comunicazione e Spettacolo (Fil.Co.Spe.) - Università degli Studi Roma Tre
Via Ostiense, 234/236  - 00146 Roma - Fax +39.06.57338340 - E-mail direttore.filosofiacomunicazione@uniroma3.it