Questo sito utilizza un cookie tecnico per consentire la corretta navigazione. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "Ok" acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più e leggere come disabilitarne l'uso, consulta l'Informativa sull'uso dei cookie.

BannerPagine noHome Foto

Attività didattica

I RICEVIMENTI SI TERRANNO OGNI MERCOLEDì DALLE ORE 14,30 NELLA STANZA DELLA DOCENTE 

Le date degli esami di Sociologia della comunicazione, Comunicazione Pubblicitaria, Gender e Media e Teorie e tecniche dei nuovi media sono on line. IL programma di esame di Teorie e tecniche dei nuovi media è mutuato da quello di Sociologia della Comunicazione e i linri di testo da preparare sono gli stessi di questo esame (leggere più sotto).

PER L'A.A. 2016-17, ELISA GIOMI INSEGNA:

-Sociologia della Comunicazione e dei Media, 6 crediti, Corso di Laurea triennnale in Scienze della Comunicazione  

 - Comunicazione Pubblicitaria, 6 crediti, Corso di Laurea Magistrale in Informazione, Eitoria, Giornalismo (inizio 29.3.2017-termine 3.5.2017). Le info si trovano a questo link: http://uniroma3-public.gomp.it/Insegnamenti/Render.aspx?CUIN=xx1610642

- Laboratorio di Comunicazione Pubblicitaria, 6 crediti, Corso di Laurea triennale in DAMS (inizio 24.4.2017 - termine 26.5.2017). Le info si trovano a questo link http://uniroma3-public.gomp.it/Insegnamenti/Render.aspx?CUIN=A71612871

**********************************************************************************************

DESCRIZIONE PROGRAMMI A.A. 2016-17

SOCIOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE E DEI MEDIA, 6 crediti, Corso di Laurea triennnale n Scienze della Comunicazione (inizio 20.2.2017-termine 24.3.2017)

ll programma dell'A.A. 2016/2017 I può essere portato solo fino agli appelli di Febbraio 2018

Testi 

I testi di esame e il carico di studio varia a seconda della tipologia di studenti. I/le frequentanti presentano un programma più ridotto in termini di testi, che include però anche i contenuti delle lezioni. I/le non frequentanti hanno un programma più ampio in termini di testi. Come misura di agevolazione per i lavoratori/lavoratrici, essi/esse presentano lo stesso programma dei frequentanti ma non sono tenuti a conoscere il contenuto delle lezioni (purché presentino apposito certificato). In nessun modo la condizioni di frequentanti o lavoratori costituisce una penalizzazione. 
Dal momento che la frequenza non è obbligatoria, la docente non prende le firme, ma come forma di tutela degli/delle studenti frequenanti le slides relative alle lezioni non vengono rese disponibili, con l'eccezione di alcune tabelle e schemi, e con l'eccezione di quelle relative alla parte Monografica del corso. 

STUDENTI FREQUENTANTI

1) Luciano Paccagnella, Sociologia della comunicazione, Bologna, Il Mulino, Seconda edizione 2010 (capp. 3 e 4)
2) E. Giomi, Quaderno di appunti di Gender e Media, Pigreco Edizioni, Roma, 2015. Gli studenti frequentanti prepareranno il capitolo 2 e il capitolo 4. 

STUDENTI NON FREQUENTANTI
1) Luciano Paccagnella, Sociologia della comunicazione, Bologna, Il Mulino, Seconda edizione 2010 (capp. 3 e 4)
2) E. Giomi, Quaderno di appunti di Gender e Media, Pigreco Edizioni, Roma, 2015.(da preparare per intero) 
3) E. Menduni, G: Nencioni, M. Pannozzo, Social network. Facebook, Twitter, YouTube e gli altri: relazioni sociali, estetica, emozioni, Milano, Mondadori Università, 2011

ESAME DA 12 CREDITI
Contattare la docente. L'esame da 12 crediti si tiene negli stessi giorni e orari degli altri ed è scritto anch'esso. In osservanza dell'apposita norma del regolamento didattico, la docente avverte che è possibile presentarsi ad un solo appello per ogni sezione.

 ESAME
L’esame è scritto per tutte le tipologie di studenti (Frequentanti, Non frequentanti, Lavoratori, 12 crediti) e richiede di rispondere a 5 domande, avendo a disposizione 5 righe per ciascuna. Le/gli studenti devono portare uno o più fogli protocollo a righe. RISPOSTE DI LUNGHEZZA INFERIORE SONO CONSIDERATE IMPARZIALI, DI LUNGHEZZA SUPERIORE NON SARANNO CONSIDERATE PER LA PARTE IN ECCESSO. Ciascuna risposta attribuisce un punteggio compreso tra 0 e 6 punti. Per chi sostiene l'esame da 12 crediti, esso prevede domande anche sui due testi aggiuntivi.

**************************************************************************

CORSO DI COMUNICAZIONE PUBBLICITARIA, 6 crediti, Corso di Laurea magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo  
 
Il programma dell'A. A. 2016/2017potrà essere portato fino agli appelli di Febbraio 2018
 
TESTI DI ESAME PER FREQUENTANTI 

- A. Testa, La pubblicità. Suscitare emozioni per accendere desideri, Bologna, Il Mulino, 2003.

TESTI DI ESAME PER NON FREQUENTANTI 
- A. Testa, La pubblicità. Suscitare emozioni per accendere desideri, Bologna, Il Mulino, 2003.
- M. Ferraresi (a cura di), Pubblicità: teorie e tecniche, Roma, Carocci, 2017 OPPURE (PER CHI SI E' GIA' PROCURATO QUESTO VOLUME: L. CORRADI, SPECCHIO DELLE SUE BRAME)

 PER L'A.A. 2017-18, ELISA GIOMI INSEGNA:

Sociologia della Comunicazione e dei Media, 6 crediti, Corso di Laurea triennnale in Scienze della Comunicazione  

 Comunicazione Pubblicitaria, 6 crediti, Corso di Laurea Magistrale in Informazione, Eitoria, Giornalismo  

- Media, 6 crediti, Corso di Laurea in Cultural Leadership

**********************************************************************************************

DESCRIZIONE PROGRAMMI A.A. 2017-18

SOCIOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE E DEI MEDIA 2017-18, 6 crediti, Corso di Laurea triennnale n Scienze della Comunicazione

N.B.: Alcuni materiali didattici si trovano in fondo a questa pagina

N.B.2: Corso e esame sono di media difficoltà, ma l’esame non può essere “provato: in ottemperanza alla norma del regolamento didattico è possibile presentarsi a un solo appello per sessione. Se non si supera l’esame, non è possibile ripresentarsi a uno degli appelli di quella sessione: è necessario attendere la successiva. Si fa inoltre presente che due bocciature consecutive configurano una posizione critica, per cui si consiglia vivamente di presentarsi all’appello solo quando si è raggiunto una preparazione sufficiente a ottenere la votazione desiderata. Le stesse regole si applicano nel caso in cui lo o la studente desideri rifiutare il voto ottenuto.

PROGRAMMA

Le lezioni costruiscono un percorso che fa riferimento sia ai contenuti dei libri che a ricerche e contributi prodotti dalla docente e spesso supportati dalla visione di prodotti mediali (telegiornali, serie tv, siti web ecc.). A garanzia degli e delle studenti frequentanti le slides delle lezioni non vengono rese disponibili. Gli studenti non frequentanti possono preparare un terzo libro. Il corso si divide in due parti, una Generale e una Monografica, dove approfondiremo un tema particolare. 

PARTE GENERALE 
Il riferimento per questa parte è il libro di 1) Denis McQuail, Sociologia dei Media, Bologna, Il Mulino 2007, che verrà integrato con le lezioni. ATTENZIONE: PER CHI AVESSE ACQUISTATO IL VOLUME DI PACCAGNELLA, è POSSIBILE SOSTENERE L'ESAME ANCHE SU QUESTO TESTO. Gli argomenti che tratteremo sono i seguenti:
- comunicazione interpersonale e comunicazione mediata
- Il concetto di massa: nascita delle società moderne, affermazione e sviluppo dei mass media
- L’evoluzione delle teorie sulla comunicazione di massa e le 4 fasi degli "effetti dei media": dalla Teoria dell’Ago Ipodermico all“influenza negoziata dei media”
- Cultural Studies e Audience Studies
-News e news media:cenni di base sul giornalismo e sulla sua evoluzione; i valori notizia; il concetto di “framing” 
-La comunicazione mediata dal computer: la storia di Internet, il digitale, i media digitali, il digital divide
-I social media: storia, caratteristiche e principali modelli teorici
-Media digitali e narrazione: “transmedia storytelling”.

PARTE MONOGRAFICA: Media e violenza. Il libro di riferimento per questa parte è: E. Giomi, S. Magaraggia, Relazioni brutali. Genere e violenza nella cultura mediale, Il Mulino, Bologna, 2017
Argomenti affrontati:
- da Tom e Jerry a Eminem e Rihanna: che genere di violenza?
- estetizzazione e romanticizzazione della violenza tra pubblicità, musica rap e social media
- quando a uccidere è lei: violenza alleata o nemica dell’ordine? Fantascienza, serie poliziesche e docufiction 

TESTI

TESTI PER STUDENTI FREQUENTANTI E LAVORATORI
1) Denis McQuail, Sociologia dei Media, Bologna, Il Mulino 2007 (approfondendo capp. di volta in volta indicati)
+ slides lezioni. Elenco dei capitoli da studiare: I Introduzione; II La nascita dei mezzi di comunicazione di massa;  III Concetti e modelli per la comunicazione di massa;  IV Teorie dei media e teorie della società; V Comunicazione di massa e cultura; VI Una nuova teoria per i nuovi media?; XI La produzione della cultura mediale;  XV La formazione del pubblico e l’esperienza mediale; XVI La ricerca sugli effetti; XVII Effetti socio-culturali; XVIII Informazione, opinione pubblica e comunicazione politica.
2) E. Giomi, S. Magaraggia, Relazioni brutali. Genere e violenza nella cultura mediale, Bologna, Il Mulino, 2017

TESTI PER STUDENTI NON FREQUENTANTI E LAVORATORI
1) Denis McQuail, Sociologia dei Media, Bologna, Il Mulino 2007 (per intero)
2) E. Giomi, S. Magaraggia, Relazioni brutali. Genere e violenza nella cultura mediale, Bologna, Il Mulino, 2017
3) E. Menduni, G., Nencioni, M. Pannozzo, Social network. Facebook, Twitter, YouTube e gli altri: relazioni sociali, estetica, emozioni, Milano, Mondadori Università, 2017.

ESAME
L’esame è scritto per tutte le tipologie di studenti (Frequentanti, Non frequentanti, Lavoratori) e richiede di rispondere a 5 domande, avendo a disposizione 5 righe per ciascuna. Le/gli studenti devono portare uno o più fogli protocollo a righe. RISPOSTE DI LUNGHEZZA INFERIORE SONO CONSIDERATE IMPARZIALI, DI LUNGHEZZA SUPERIORE NON SARANNO CONSIDERATE PER LA PARTE IN ECCESSO. 

*********************************************************

CORSO DI COMUNICAZIONE PUBBLICITARIA 2017-18, 6 crediti, Corso di Laurea magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo  

N:B: Le slides delle lezioni si trovano nell'area download del sito di Comunicazione

Nella prima parte del corso ripercorreremo brevemente origini e storia della pubblicità; illustreremo l’attuale organizzazione dell’industria pubblicitaria e le sue principali figure professionali - dagli account ai creativi, ai planner; ricorrendo a numerosi esempi e casi di studio, analizzeremo diverse tecniche e strategie pubblicitarie e come le stesse si declinano a seconda delle piattaforme mediali (dalla carta stampata al web passando per la cartellonistica pubblicitaria e gli spot). Infine, prenderemo in esame i principali framework teorici e modelli analitici impiegati nello studio della pubblicità. 

La seconda parte del corso si incentra su quella che da sempre costituisce una grande ‘risorsa’ ma anche un elemento di profonda criticità della comunicazione pubblicitaria: l’impiego di stereotipi. Dopo un essenziale inquadramento teorico del concetto di stereotipo, del suo funzionamento e delle ragioni della sua ‘efficacia’, analizzeremo tre ordini di stereotipi in pubblicità: 1) genere e ‘eteronormatività (in che modo sono impiegati soggetti e corpi femminili e maschili in pubblicità? Quali sono le ragioni e gli effetti della tendenza a rappresentare prevalentemente coppie eterosessuali? 2) età (perché la pubblicità privilegia i giovani? A quali categorie commerciali sono riservati gli uomini anziani? E le donne?) 3) razza (in quali ruoli e forme compaiono i non-Caucasici?). Spot, inserzioni su carta stampata, cartellonistica pubblicitaria e campagne sociali verranno decostruiti e ricostruiti allo scopo di scardinare i molti ‘luoghi comuni’ della comunicazione ed elaborare forme di pubblicità più efficaci/di maggiore qualità proprio perché non (etero)sessisti, razzisti, ‘ageisti’ o in altro modo discriminatori.
La terza parte del corso propone un approfondimento tematico sulle forme attraverso cui la pubblicità commerciale normalizza, legittima, persino “celebra”, estetizzandolo, l’esercizio di violenza. 

TESTI

TESTI DI ESAME PER STUDENTI FREQUENTANTI
I testi di esame sono i seguenti: 
- M. Ferraresi (a cura di), Pubblicità: teorie e tecniche, Roma, Carocci, 2017, ad esclusione dei capp.5, 7, 9, 10, 13.
- E. Giomi, S. Magaraggia, Relazioni brutali. Genere e violenza nella cultura mediale, Il Mulino, Bologna, 2017.
TESTI DI ESAME PER STUDENTI NON FREQUENTANTI E LAVORATORI
- M. Ferraresi (a cura di), Pubblicità: teorie e tecniche, Roma, Carocci, 2017 (per intero).
- E. Giomi, S. Magaraggia, Relazioni brutali. Genere e violenza nella cultura mediale, Il Mulino, Bologna, 2017.
- L. Corradi, Specchio delle sue brame: analisi socio-politica delle pubblicità. Genere, classe, razza, età ed etero sessismo, Ediesse, Roma, 2012.
TESTI DI ESAME PER GENDER E MEDIA 
- E. Giomi, Gender e Media, Pigreco Edizioni, Roma, 2015.
- E. Giomi, S. Magaraggia, Relazioni brutali. Genere e violenza nella cultura mediale, Il Mulino, Bologna, 2017.

 

ESAME PER STUDENTI FREQUENTANTI

L’esame prevede  lo sviluppo di un progetto (in gruppo, max 4-5 persone) e un esame scritto individuale, e il voto risulta dalla media dei voti riportati in ciacuna delle attività. Il progetto consiste nell'elaborazione di una campagna di comunicazione contro la violenza maschile sulle donne, tema proposto anche in considerazione delle numerose occasioni di formazione che l'ateneo romano e gli altri atenei attiveranno in vista della Giornata del 25 novembre. Il lavoro deve consistere in un'immagine dotata di un breve testo e deve essere consegnato entro la sessione di esame di gennaio-febbraio 2018 (entro il 28 febbraio). L'esame individuale è scritto e richiede di rispondere a 5 domande, avendo a disposizione 5 righe per ciascuna. Le/gli studenti devono portare uno o più fogli protocollo a righe. RISPOSTE DI LUNGHEZZA INFERIORE SONO CONSIDERATE IMPARZIALI, DI LUNGHEZZA SUPERIORE NON SARANNO CONSIDERATE PER LA PARTE IN ECCESSO. 

ESAME PER STUDENTI NON FREQUENTANTI E LAVORATORI
L'esame è scritto e richiede di rispondere a 5 domande, avendo a disposizione 5 righe per ciascuna. Le/gli studenti devono portare uno o più fogli protocollo a righe. RISPOSTE DI LUNGHEZZA INFERIORE SONO CONSIDERATE IMPARZIALI, DI LUNGHEZZA SUPERIORE NON SARANNO CONSIDERATE PER LA PARTE IN ECCESSO. 









    Contatti

    Elisa Giomi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Collabora alla cattedra la dott.ssa Francesca Lopez Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." target="_blank"> 


    Torna a Elisa Giomi [Home]

    Allegati:
    FileDimensione del File
    Scarica questo file (4_lezione_Sociologia_10Novembre.pdf)4_lezione_Sociologia_10Nov1131 kB
    Scarica questo file (5_lezione_Sociologia_14_novembre.pdf)5_lezione_sociologia_14Nov1046 kB
    Scarica questo file (tabelle lezione 6_Sociologia_1Dicembre.pdf)tabelle_lezione_6_sociologia574 kB

    Eventi & News

    Direttore: prof. Paolo D'Angelo
    ───────────────────────────────
    Dipartimento di Filosofia Comunicazione e Spettacolo (Fil.Co.Spe.) - Università degli Studi Roma Tre
    Via Ostiense, 234/236  - 00146 Roma - Fax +39.06.57338340 - E-mail direttore.filosofiacomunicazione@uniroma3.it