Questo sito utilizza un cookie tecnico per consentire la corretta navigazione. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "Ok" acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più e leggere come disabilitarne l'uso, consulta l'Informativa sull'uso dei cookie.

BannerPagine noHome Foto

Istruzioni tesisti

Per poter chiedere la tesi è necessario aver sostenutpo almeno un esame con il docente avendo riportato una votazione non inferiore a 27/30.

Agli studenti che intendono chiedere la tesi è consigliato venire al ricevimento portando una o più proposte sui possibili argomenti che intenderebbero affrontare. 

La principale area di studio e di interesse del docente riguarda in maniera specifica la comunicazione politica ed istituzionale e le campagne elettorali, nonchè la trasformazione della scena pubblica e politica con particolare riguardo all'interazione con lo strumento televisivo ed con i nuovi media. Per i laureandi di primo livello possono essere prese in considerazioni tesi inerenti specifici aspetti del sistema mediale e della comunicazione.

Per tutti i laureandi lo sviluppo del lavoro proseguirà secondo i seguenti passi:

1 - definizione dell'argomento e di un titolo provvisorio.
2 - stesura da parte dello studente di una traccia del lavoro (circa una cartella: 1800 battute) che si accinge a svolgere, nella quale devono essere esplicitati: il tema, la metodologia, l'ambito della ricerca, l'organizzazione del lavoro,gli obiettivi, e le fonti.
3 - stesura di un primo indice provvisorio.
4 - compilazione della bibliografia.
5 - A questo punto, SOLO DOPO dopo aver ricevuto l'approvazione di questi materiali da parte del docente  lo studente procederà alla stesura di un primo capitolo, non per forza il primo della tesi, corredato di note. SOLO DOPO aver ricevuto l'approvazione di questo capitolo lo studente potrà procedere alla stesura del resto della tesi.

Consigli pratici per semplificare il lavoro di tutti.
Siccome il docente segue più tesi contemporaneamente che vengono consegnate un capitolo alla volta, spesso scritti non nell'ordine dell'indice,  il rischio è di perdere il filo dei singoli lavori. Per evitare che ciò si verifichi è interesse anche dei laureandi seguire alcune semplici regole.

*A meno di specifici accordi, non è possibile consegnare capitoli provvisori, in fase di stesura o incompleti di parti o note.

* Tutto il materiale deve essere consegnato in forma cartacea al ricevimento o lasciandolo presso la portineria di Via Ostiense 139 e dandomene comunicazione via mail.

* Tutto i materiali che vengono consegnati devono riportare nell'intestazione: il nome del laureando, il titolo della tesi e la data della consegna. Inoltre le pagine devono sempre essere numerate.  

* Ogni volta che vengono consegnati uno o più capitoli della tesi devono essere accompagnati dall'indice approvato, con segnalato a fianco dei vari capitoli e paragrafi quelli già consegnati, quelli nuovi e  quelli ancora da scrivere.


Domanda di laurea
La firma alla domanda di laurea viene apposta dal docente SOLO in presenza di un avanzato stato di elaborazione della ricerca e comunque NON PRIMA  della consegna e revisione dei capitoli principali.

Per quanto riguarda i tempi della consegna della domanda si rimanda a quanto riportato sul sito del DAMS e a contatti con la segreteria.


Lunghezza tesi
Per la tesi triennale è richiesto un elaborato di circa 50/60 pagine per uno sviluppo di 80/90 mila battute complessive, suscettibili di ampliamento.

Per la tesi specialistica è richiesto un elaborato di circa 120/150 pagine per uno sviluppo di 180/200 mila battute, suscettibili di ampliamento.

 

Note e bibliografia

Come organizzare le note  e redigere la bibliografia sembra essere un grosso problema. In rete è possibile trovare molti siti che spiegano i criteri da seguire.

Questo ad esempio è uno: http://www.ilvinoeleviole.it/come-si-fa-una-bibliografia/

Ottime sono anche le indicazioni su note e bibliografia e sui criteri generali per impostare la tesi di laurea fornite sul sito dell'Università di Ca Foscari: http://www.unive.it/nqcontent.cfm?a_id=39026

 

L'importante per note e bibliografia è scegliere uno dei possibili criteri e seguirlo coerentemente dall'inizio. E' caldamente sconsigliato iniziare a scrivere i capitoli pensando di occuparsi dopo di note e bibliografia. Il rischio è di non sapere più da dove provengono le citazioni, quali erano le fonti o, nella migliore delle ipotesi, trovarsi con note scritte in molti modi differenti.

 

 

Torna a Edoardo Novelli [Home]

Eventi & News

Direttore: prof. Paolo D'Angelo
───────────────────────────────
Dipartimento di Filosofia Comunicazione e Spettacolo (Fil.Co.Spe.) - Università degli Studi Roma Tre
Via Ostiense, 234/236  - 00146 Roma - Fax +39.06.57338340 - E-mail direttore.filosofiacomunicazione@uniroma3.it