Questo sito utilizza un cookie tecnico per consentire la corretta navigazione. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "Ok" acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più e leggere come disabilitarne l'uso, consulta l'Informativa sull'uso dei cookie.

BannerPagine noHome Foto

Attività di ricerca

Maria Catricalà si occupa ora, in particolare, di interfacce retorico-testuali (Word Design Theory), linguaggi settoriali e politica linguistica.   

Dopo una prima fase di studi sulla storia e le varietà del lessico italiano, ha approfondito una serie di tematiche relative al processo postunitario di italianizzazione.

In particolare ha svolto indagini:

  • sulla grammaticografia scolastica e scientifica del primo sessantennio postunitario e sulla politica linguistica e la riflessione pedagogica e normativa che ne ha accompagnato la diffusione (Le grammatiche scolastiche postunitarie, Firenze 1991; L'italiano tra grammaticalità e testualizzazione, Firenze 1995; Politica linguistica e grammaticografia: confronto tra Italia e Svizzera italiana dal 1860 al 1900, in Grammatikographie der Romanischen Sprachen, Akten der Sektion des Bamberger Romanistentages, Bamberg 23-25.9.1991, hrsg. von Ch. Schmitt, Romanistischer Verlag, Bonn 1993; Questione della lingua e scuola, in L. Serianni, La lingua nella storia d'Italia, Roma, Società Dante Alighieri, 2001);
  • su testi di tipo tecnico e pratico, come:
    • i testi brevettuali, conservati presso l'Archivio Centrale di Stato di Roma (Studi per una grammatica della invenzione: l'italiano brevettato delle origini, Firenze 1996), sull'utilizzazione didattica del brevetto nei laboratori di scrittura (Il testo-brevetto: struttura, funzioni e nuove fonti, in Atti del Convegno "AD HOC. La scrittura professionale. Ricerca, prassi, insegnamento" Perugia 23-25 ottobre 2000, Firenze 2001) e sugli effetti della unificazione europea nella lingua degli inventori (Brevetti e globalizzazione: un nuovo monolinguismo? in corso di stampa negli "Atti del Convegno Lingua e Scienza", Firenze, Accademia della Crusca 30 genn.-2 febbr. 2003);
    • i cataloghi di vendita per corrispondenza di fine '800-primo '900 (Le parole introvabili. Come è nata la vendita per corrispondenza in Italia, Firenze 2001; Il libro dei desideri: i cataloghi di vendita per corrispondenza dall'800 ad oggi, in "Atti VII Convegno SILFI Generi, architetture e forme testuali, Roma 1-5 ottobre 2002; Vendita al pubblico, in "Italiano e Otre" n. 5 a. 2002 pp. 39-46; Il catalogo Bocconi: vestirsi per corrispondenza a fine ‘800, in Per filo e per segno. Le scritture della moda di oggi, "Atti del Convegno Nazionale Roma-10 dicembre 2003 Museo Ludovisi - Boncompagni", Rubbettino 2004);
    • ricettari di cucina (Sul lessico di cucina del '500, in "Atti del Convegno Nazionale sui lessici tecnici del Sei e Settecento", Pisa – Scuola Normale 1981, pp. 137-146; La lingua dei Banchetti di Cristoforo Messi Sbugo, in "Studi di Lessicografia Italiana", Firenze, vol. V, 1982, pp. 147-268);
    • della marineria (Il Vocabolario nautico di Cesare Tommasini e la politica linguistica di fine '800, in "Studi di Lessicografia Italiana", Firenze vol. IX, 1987, 75-128);
    • dei fumetti e della politica (Forme, parole e norme, 2004).


Dal 1991, avendo preso servizio all’Università per Stranieri di Siena, si è occupata di questioni inerenti alla didattica dell'italiano in funzione applicativa ed ha iniziato a lavorare per la formazione dei docenti di scuola (Lineamenti del sistema linguistico italiano, in L'italiano nella scuola elementare. Aspetti linguistici. Professionalità docente, a cura di G. Asquini e Pietro Lucisano, La Nuova Italia, Firenze 1991, pp. 51-84).

Ha dedicato anche parte della ricerca all'analisi di fenomeni di contatto, alle modalità d'apprendimento/insegnamento dell'italiano L2, alle questioni relative alle abilità, alla certificazione delle competenze e alle strategie di produzione di testi scritti e parlati da parte di apprendenti italiano L2 (per es. con E. Testa, Dal testo al titolo: nominalizzazione e tipologie testuali in studenti italiano L2, in Atti SLI 1994; Sperimentando si orienta: l'esame di italiano L2 per gli studenti universitari stranieri CILSSU, negli "Atti del Convegno dei Centri Linguistici Universitari", Siena 1997; Il gesto fa testo, con B. Cappelli in "Italiano e Oltre" n. 1 a. 2003, pp.48-50).

Ha curato il volume Lettore e oltre...confine, Atti del Corso di formazione per lettori, per incarico della Università per Stranieri di Siena, del Ministero degli Affari Esteri e del Ministero della Pubblica Istruzione (Aida Editore Firenze 2000); insieme ad Ester Vannini ha curato "Lector" in media: la didattica dell'italiano e la comunicazione, Atti del Corso di formazione per lettori, per incarico della Università per Stranieri di Siena, del Ministero degli Affari Esteri e del Ministero della Pubblica Istruzione (Aida Editore, Firenze 2001). Con John Morley e Carol Torsello ha curato gli “Atti del Convegno di Siena dell'Associazione italiana Centri Linguistici universitari” 2001, anno europeo delle lingue.



Torna a Maria Catricalà [Home]

Eventi & News

Direttore: prof. Paolo D'Angelo
───────────────────────────────
Dipartimento di Filosofia Comunicazione e Spettacolo (Fil.Co.Spe.) - Università degli Studi Roma Tre
Via Ostiense, 234/236  - 00146 Roma - Fax +39.06.57338340 - E-mail direttore.filosofiacomunicazione@uniroma3.it