Questo sito utilizza un cookie tecnico per consentire la corretta navigazione. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "Ok" acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più e leggere come disabilitarne l'uso, consulta l'Informativa sull'uso dei cookie.

BannerPagine noHome Foto

Curriculum Vitae

 
 
 
 
 
Maria Catricalà è Professore ordinario nel Settore Scientifico Disciplinare di Glottologia e Linguistica (L/LIN01) presso il Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo dell'Università degli Studi di Roma Tre, dove ha preso servizio (afferendo all’allora Dipartimento di Linguistica) il 1° ottobre 2006 (concorso pubblico per titoli di Professore di ruolo prima fascia G.U. 4ª serie speciale - Concorsi n. 30 del 15-04-2005).
Si è laureata nel 1980 in Lettere e Filosofia presso l’Università degli Studi di Firenze discutendo una tesi sul lessico del trattato gastronomico cinquecentesco Banchetti di Cristoforo Messisbugo (relatore A. Castellani) pubblicata dall’Accademia della Crusca. Ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Linguistica, presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza nel 1989-90 (coordinatore R. Simone) discutendo la tesi sul Dibattito linguistico-pedagogico e le grammatiche italiane nel primo sessantennio di Unità Nazionale (relatore F. Sabatini), pubblicata in due volumi dall’Accademia della Crusca. Nell’anno successivo ha seguito il Perfezionamento in Linguistica Italiana, presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza.
Attualmente insegna Linguistica e comunicazione nel corso di Laurea in Scienze della comunicazione, Lingue media e pubblicità nel corso di laurea magistrale in Teorie della comunicazione e Linguistica e giornalismo in quello di Informazione, Editoria e Giornalismo. E' coordinatrice del corso di perfezionamento in "Giornalismo di Moda" e del Laboratorio di scrittura del corso di laurea in Scienze della Comunicazione. E’ rappresentante del Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo all’interno del Consiglio del Centro Linguistico di Ateneo.
Dal 1997 afferisce al Dottorato di ricerca in Linguistica e didattica della lingua italiana a stranieri dell'Università per Stranieri di Siena ed è socia della SLI (Società di Linguistica Italiana), della SIG (Società di Glottologia Italiana) e dell'ASLI (Associazione Storici della Lingua Italiana).
Più volte membro della Commissione per la nomina a ordinario - Settore scientifico disciplinare L-LIN/O1) e di altre commissioni concorsuali (per professore di seconda fascia Università Milano Bicocca, Salerno, Bologna e Catania; per ricercatore: 2 Università Roma Tre; Università di Salerno; Università e-Campus; per dottorato: Siena Stranieri e Pisa), ha fatto parte del Comitato scientifico della Collana Libri per la comunicazione della casa editrice Mondadori e del Comitato scientifico dell’Osservatorio permanente europeo sulla lettura (Università di Siena e Lecce).
Precedentemente ha prestato servizio:
1. in qualità di borsista o comandata del Ministero della P.I.:
- dal 1981 al 1982, presso La Sorbonne Paris IV (prof. B. Quemada, direttore del Trésor de la Langue Française) con un contributo del Ministero degli Affari Esteri per lo studio dei dizionari elettronici e dei lessici di frequenza;
- dal 1982 al 1984 e dal 1985 al 1987 presso l'Accademia della Crusca per lo studio dei lessici tecnici, per preparare la ricerca su Raimonso Di Sangro, presentata nel Congresso per la commemorazione dei 400 anni della fondazione e collaborare alla organizzazione dello stesso evento;
- nel 1990 presso la Fondation pour des Bourses d’Etudes Italo-Suisses di Losanna per completare le sue ricerche sulla grammaticografia italiana con un confronto con quelle stampate per le scuole d’oltralpe;
- presso il Dipartimento di Lingue e Culture d’Italia dalla Latinità all’età contemporanea della Università di Roma La Sapienza per collaborare a un progetto di ricerca sulla terminologia tecnica italiana dell’800 e del ‘900 (dal 1991 al 1992: prof. F. Sabatini).
2. in qualità di  ricercatore e professore associato:
- presso l’Università per Stranieri di Siena (dove è risultata vincitrice di concorso) dal 1° novembre 1991 al 30 ottobre 1998, in qualità di Ricercatrice del Gruppo L/FIL LETT12 Linguistica Italiana e dal 31 ottobre 1998 al 31 ottobre 2001 in qualità di Professore Associato di seconda fascia dello stesso gruppo. Nell’intero decennio di ricerca e di insegnamento presso l’Università per Stranieri di Siena ha afferito al Dipartimento di Scienze Umane. Presso lo stesso Ateneo, dal 1992 al 2000, è stata delegata del Rettore della Università per Stranieri di Siena presso la Commissione d'orientamento e tutorato e presso quella per la Valutazione della Conferenza dei Rettori. Dal 1998 al 2000, ha diretto Il Centro Linguistico con responsabilità della programmazione, gestione e realizzazione dei corsi di lingua italiana; di formazione per docenti e lettori di italiano in servizio all'estero; di tirocinio per tutti gli studenti regolarmente iscritti ai corsi della Facoltà. Sempre all'interno dell'università senese è stata Direttrice del Corso di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) denominato Graftec (anno 2000-2001) e finanziato dalla Comunità Europea, dalla Regione Toscana e dalla Provincia di Siena per la formazione di venti Esperti in linguaggi e tecnologie multimediali.
- presso l'Università di Roma La Sapienza, dal 1° novembre 2001 al 30 settembre 2006 in qualità di Professore Associato di seconda fascia nel Settore Scientifico Disciplinare di Glottologia e Linguistica (L/LIN01). In questi cinque anni ha insegnato Linguistica Generale nella neonata Facoltà di Scienze della Comunicazione, ha gestito i laboratori di scrittura nei corsi delle sedi distaccate di Latina e Foggia e dal 2003 al 2005 ha insegnato Glottodidattica nella SSIS (Scuola di Specializzazione per l’Insegnamento Secondario del Lazio per i docenti di Lingue Straniere);
E’ stata coordinatrice e responsabile scientifica dei seguenti progetti locali e interuniversitari:
-dal 1994 al 1997 è stata coordinatrice e responsabile del gruppo di lavoro di Siena per la CILSSU Studio di una Certificazione per Studenti Stranieri Universitari, finanziato dal CNR e svolto in collaborazione con l'Università di Pavia e il Prof. Massimo Vedovelli;
-nel 1998 ha coordinato il progetto europeo Leonardo Eco.form sviluppato in collaborazione con l’Accademia italiana di Moda e Design di Firenze, l’Associazione Industriale di Siena, la Re.Co.Plast, la International Business School, l’Umwelt Bundesamt di Berlino per la progettazione di un curriculum europeo dell’ecodesigner e un’adeguata elaborazione di strumenti didattici e di glossari tecnici multilingui;
-dal 1997 al 1999 è stata coordinatrice e responsabile del gruppo di lavoro senese all'interno del progetto Verbamonitor - Osservatorio sulla comunicazione di telepolitica, cofinanziato dal CNR e svolto in collaborazione con l'Università di Roma "La Sapienza" - Dipartimento di sociologia e comunicazione;
-dal 1998 al 2000 ha coordinato il gruppo di ricerca e di formazione per insegnanti Scrittura e Stile presso l'IRRSAE del Lazio;
-dal 1999 al 2001 è stata responsabile e coordinatrice di due gruppi di ricerca all'interno del Centro d'Eccellenza diretto dal Prof. Massimo Vedovelli a Siena sui fenomeni linguistici correlati ai recenti processi d'immigrazione; i due titoli d' indagine sono: Immigrazione e media e I libri di testo per italiano L2;
-nel 2000 ha coordinato i lavori per l'insegnamento dell'italiano nella Commissione Ministero Istruzione (progetto pilota Toscana) per la verticalizzazione dei curricula e l'inserimento dei figli di immigrati nella scuola;
-nel 2001 è stata responsabile del progetto della Facoltà di Scienze della Comunicazione su La traducibilità dei testi settoriali;
-nel 2001 ha ideato il progetto di ricerca intitolato “Per filo e per segno”, sul lessico e i testi riguardanti la storia del costume e della moda;
-dal 2002 al 2006 è stata coordinatrice del progetto di ricerca d'ateneo su Il visibile potere sovrano e la traducibilità dei codici in collaborazione con le Facoltà di Lettere e di Economia;
-nel 2015 sta coordinando un gruppo di lavoro per la costruzione del Grafi-kit, un corso laboratoriale di scrittura a distanza da lei ideato per gli studenti in stato di detenzione.
Per quanto riguarda i PRIN:
dal 2007 al 2009 ha coordinato l’ unità locale di ricerca di Roma Tre del progetto PRIN 2007 intitolato Lingua, lettura e parametri di accesso il cui coordinatore nazionale è il Professore Michele Rak. L’unità di Roma Tre si è occupata specificamente del seguente tema: Questione Lettura/Questione Lingua: nuovi parametri di Leggibilità del- l’Italiano e dell’Italiano L2, finalizzato alla elaborazione di una formula di leggibilità e accessibilità ai testi da parte degli immigrati.

Le sono stati attribuiti i seguenti incarichi di insegnamento in corsi di alta qualificazione in Italia e all’Estero:
-nel maggio 1992 in Germania, Università di Hall e Lipsia: Norma linguistica/norma giuridica nel '900;
-nel 2000, Maestría en Lengua y Cultura Italianas en perspectiva intercultural organizzato presso la Facultad de Lenguas de la Universidad Nacional de Córdoba; titolo del corso: Pensiero linguistico italiano nella seconda metà del Novecento;
-nel 2001 e nel 2002, Master di “Sociologia qualitativa: l’autobiografia” diretto dal Prof. Renato Cavallaro e organizzato dal Dipartimento di Sociologia di Roma;
-nel 2003, 2004 e 2005, “Master Publicom” organizzato dal Dipartimento di Sociologia e Comunicazione (DISC) e dall'Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell'Amministrazione Pubblica (INPDAP), per la formazione del Comunicatore per le Pubbliche Amministrazioni con particolare riferimento agli Uffici Relazioni con il Pubblico, agli Uffici Comunicazione, agli Sportelli Polifunzionali, secondo le linee definite dalla L.150/2000: “Stili e modalità della comunicazione scritta;
-nel 2005, “Modamaster. Gestione e comunicazione del sistema della moda” della Facoltà di Economia; titolo del corso di 6 ore:“Lessico della moda: fonti e storia” (Facoltà di Economia e di Scienze della Comunicazione - Roma “La Sapienza”);
-nell’anno accademico 2003: “Educazione Linguistica presso la Scuola di Specializzazione per l’Insegnamento Secondario del Lazio per i docenti di Lingue Straniere;
-negli anni accademici 2003, 2004 e 2005: “Glottodidattica: approcci e metodologie” presso la Scuola di Specializzazione per l’Insegnamento Secondario del Lazio per i docenti di Lingue Straniere;
-nell’anno 2014 due videolezioni per il Master in Luxury Fashion Management della Università UniNettuno e dellaLondon School of Business and Financedi Londra;
Ha tenuto i seguenti corsi di formazione dei docenti di lingua italiana in servizio all’Estero:
-in Francia, presso l'Istituto Italiano di Cultura di Parigi (dal 30 novembre al -1° dicembre del 1996: Riflettere sulla certificazione delle competenze linguistiche: questione di lingua e non di testi? Varietà testuali e certificazione dell'italiano come L2: problemi epistemologici e didattici; I testi narrativi; I lessici tecnici: prospettive didattiche e valutative;
-a Perth e Adelaide in Australia, dal 14 al 20 ottobre 1998: Corso di preparazione per le prove della Certificazione;
-in Norvegia ad Oslo, dal 24 al 26 novembre 2000: Linguistica e didattica dell'italiano: varietà di metodi e approcci nel "Secondo Seminario di aggiornamento per insegnanti d'italiano in Norvegia";
-in Argentina a Cordoba, dal 12 al 16 aprile del 1999: Glottovarietà/tecnologie e grammatiche: testi, norma e nuove didattiche;
-in Guatemala 10-15 Ottobre 2011 Stili didattici/stili comunicativi: strategie, metodi e approcci del docente di italiano L2;
-in Perù (Lima e Cuzco) 17-22 ottobre 2011 Stili didattici/stili comunicativi: strategie, metodi e approcci del docente di italiano L2.
- nel 2012 è stata visiting scholar nel Department of Linguistics della Università di Berkeley (CA).

E', infine, autrice di una ottantina di pubblicazioni, di cui 9 libri e 5 volumi miscellanei. Studiosa del lessico ed esperta delle dinamiche di formazione e apprendimento dei linguaggi settoriali, del ruolo dei media nei processi di unificazione delle comunità di parlanti e di storia della grammatica e dell’insegnamento metalinguistico, ha dedicato le sue ricerche più importanti all’analisi:-

- della pianificazione linguistica italiana ed europea (L’italiano tra grammaticalità e testualizzazione, Accademia della Crusca 1995; Lettori e oltre confine, Ministero degli Affari-Esteri Aida 2000;  2001 Anno europeo delle lingue: proposte della nuova università italiana,  cura con C. Taylor Torsello e J. Morley, Terre de Sienne, 2002; La questione "abilità" nel volume Insegnare italiano a stranieri, Firenze Le Monnier, 2001, pp. 20-31);
- delle costruzioni retoriche (Sinestesie e monoestesie, Franco Angeli 2012; Hyperbole, abstract motion and spatial knowledge: sequential vs. simultaneous scanning, in “Cognitive Processing” 2012; e Voci, ideofoni e balloon: gli spazi fonico-uditivi del fumetto, in Manco, A., Atti del Convegno “Un ambiente fatto a strisce: alla conquista delle coscienze dei più giovani” Procida 3 – 7 maggio 2011, Università degli Studi “L’Orientale” di Napoli, Onomatopoeias: a new perspective at the interface between space, Image schemas and phoneme clusters in Cognitive Processing 2015, in stampa ;
- delle diverse lingue speciali, tra cui quelle dei brevetti (Studi per una grammatica dell’invenzione, Manent 1996), della cucina (Sul lessico di cucina del '500, in "Atti del Convegno Nazionale sui lessici tecnici del Sei e Settecento", Pisa 1981, pp. 137-146; La lingua dei Banchetti di Cristoforo Messi Sbugo, in "Studi di Lessicografia Italiana", Firenze, vol. V, 1982, pp. 147-268; Tra i gustemi del pane e quelli del vino, negli "Atti del Convegno De Sensibus: dialoghi sulla qualità della vita, Siena 28 sett.- 3 ott.", a cura di P.Fabbri e A.Falassi, Siena 1994, pp.85-109; Forme, parole e norme, Franco Angeli 2004; Cibo, linguistica e retorica: modelli di analisi a confronto tra gustemi e Word Design, in Ghiazza S., Cibo e/è cultura, 93-115,http://www. uniba.it/ateneo/editoria-stampa-e-media/linea-editoriale/quaderni-di-ateneo/quadernidi-ateneo-15);
- del linguaggio giornalistico (Le parole introvabili: come è nata la vendita per corrispondenza in Italia, Aida 2001; Linguistica e giornalismo, Aracne 2015) e della moda (Per filo e per segno. Le scritture della moda di ieri e di oggi, Rubbettino, 2004; Habitus in fabula, Rubbettino, 2006;  Global Fashion, con Michele Rak,  Mondadori Università 2013 e  From the vesteme to the Word Design Theory: the linguistic constructions of fashion, con Annarita Guidi, in Sádaba T., Torregrosa M.,Sánchez-Blanco C. (eds), Digital Development in the Fashion Industry:Business, Communication and Culture, Universidad de Navarra, Pamplona 2014:
http://www.unav.edu /centro/isem/actas_congreso; Global fashion e nuovi spazi linguistici (cfr. http://www.treccani.it/lingua_italiana/specia-li/moda2/ Catricala. html).

Eventi & News

Direttore: prof. Paolo D'Angelo
───────────────────────────────
Dipartimento di Filosofia Comunicazione e Spettacolo (Fil.Co.Spe.) - Università degli Studi Roma Tre
Via Ostiense, 234/236  - 00146 Roma - Fax +39.06.57338340 - E-mail direttore.filosofiacomunicazione@uniroma3.it