Questo sito utilizza un cookie tecnico per consentire la corretta navigazione. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "Ok" acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più e leggere come disabilitarne l'uso, consulta l'Informativa sull'uso dei cookie.

BannerPagine noHome Foto

Curriculum Vitae

Ricercatore confermato dall’1-8-1980 presso il Magistero, quindi presso l’Università di Roma Tre, ha tenuto in supplenza gli insegnamenti di Lingua e Letteratura francese e di Letteratura francese moderna e contemporanea.

Professore associato di Lingua e Letteratura francese (SDD L16A) dal 1 novembre 1998 presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma Tre, è stato membro fondatore dei Dipartimenti di Letterature comparate e di Comunicazione letteraria e dello Spettacolo, divenuto poi di Comunicazione e Spettacolo.

Ha insegnato nel corso di studio triennale in Lingue e culture straniere (dove continua ad insegnare) e nel corso di Laurea specialistica nel corso di studio Lingue, letterature e dinamiche interculturali dell’area euroamericana. Dal 2011 è professore straordinario. È membro del Dipartimento di Filosofia, comunicazione e spettacolo costituitosi il 1 ottobre 2013, dove insegna Letteratura francese per il corso di studio Dams (laurea triennale) e per il corso di studio Dams,Teatro, musica, danza (laurea specialistica).

Promotrice di un accordo Erasmus con l’Université de la Réunion, ha ottento unaborsa di Mobilità docenti per attività didattica nell'ambito del Programma LLP Erasmus a.a. 2011/2012. Ha altresì organizzato presso l’Università Roma Tre l’attività didattica di Vololona Picard, Université La Réunion (primavera 2012; primavera 2013).

È membro della Società universitaria di Lingua e Letteratura francese e del Seminario di Filologia francese. È stata membro del comitato di lettura dei “Cahiers Bataille 1” (2011).

Ha approfondito tematiche e autori di fine Ottocento e del Novecento. In particolare la sua ricerca si è focalizzata su Remy de Gourmont, di cui ha privilegiato nel volumeLa nascita della linguistica e Remy de Gourmont (Bulzoni, Roma, 1985) gli aspetti che ne fanno una figura chiave della modernità: la coscienza linguistica, la scrittura del fantastico, il metodo critico della dissociazione delle idee. Ha ulteriormente approfondito le tematiche dello scrittore nella conferenza Alla radice della «Physique de l'amour»: «Le Latin mystique» (Monselice. Centro di Idrologia Dino Tonini, Villa Duodo, 26-28 settembre 1996. Convegno internazionale organizzato da Patrizio Tucci) edita nel volume collettivo Remy de Gourmont, a cura di Patrizio Tucci.

Si è poi concentrata su Georges Bataille, ricostruendone il percorso comunitario attraverso il reperimento di importanti inediti riuniti nel volume Georges Bataille, L’Apprenti Sorcier (La Différence, Paris, 1999; ried. parziale in lingua giapponese Tokio, 2006), e analizzando la nozione di sacro in rapporto al politico nonché esaminando in vari articoli lo sviluppo del suo pensiero nei complessi rapporti che lo legarono e al contempo opposero ad A. Breton, a J.-P. Sartre, ad A. Camus, a M. Leiris e a R. Caillois. Ha curato inoltre per le Éditions Gallimard, la Chronologie di Georges Bataille e portato alla luce gli esordi dello scrittore nella scrittura finzionale in tre racconti giovanili inediti (Georges Bataille, Romans et récits, 2004, ried. 2005 e 2014). Nel saggio La comunità impossibile di Georges Bataille. Da «Masses» ai «difensori del Male». Prefazione di Jacqueline Risset (Kaplan, Torino, 2008), ha successivamente messo in luce la centralità della nozione di dépense nel percorso comunitario dello scrittore e nella sua concezione della letteratura.

Si è simultaneamente occupata del “genere” del fantastico, argomento al centro nel 1991-1992 del Corso trasversale sul fantastico coordinato dalla Prof.ssa Rosa Rossi e di più seminari. In tale direzione tra il 1993 e il 2001 ha svolto un’intensa attività: ha coordinato la ricerca interuniversitaria Il fantastico nelle letterature moderne: modelli teorici e indagini comparate, finanziata dal Murst e selezionata come progetto di particolare interesse con un finanziamento aggiuntivo; ha diretto l’unità locale di Roma Tre con il progetto Fantastico, immaginario e perturbante letterario nell’ambito della Ricerca nazionale 40%, Il fantastico e l'immaginario: campi metaforici inquietanti nella letteratura e nel cinema coordinata da Rosa Rossi; ha diretto la Ricerca interdipartimentale Fantastico irreale inverosimile nella letteratura e nel cinema (1998) finanziata anch’essa dal Murst (fondi ex 60%); ha promosso con Romolo Runcini il Convegno internazionale Il fantastico alle soglie del terzo Millennio (Procida, 28-31 ottobre 1999); ha coordinato la giornata di studio Fantastico e immaginario nella letteratura moderna e nel cinema, con Rosalba Campra, Arturo Mazzarella, Jacqueline Risset, Gianfranco Rubino, Romolo Runcini, Centro di Studi Italo-Francesi, 28 novembre 2001; ha riunito un insieme di incontri seminariali sul fantastico in due volumi Le soglie del fantastico, 2 voll., Lithos, Roma, 1997-2001, a cura di Marina Galletti.

Ha altresì collaborato alla Letteratura Francese. I Contemporanei III diretta da Massimo Colesanti e Luigi de Nardis, Lucarini, Roma, 1988 con Marcel Arland, pp. 313-333 e con Jean Cayrol, pp. 515-535; alla Piccola Treccani. Dizionario enciclopedico, Istituto dell'Enciclopedia Italiana fondato da Giovanni Treccani, Roma, 1995-1997, 12 voll., voci della Letteratura francese e delle letterature francofone (tra le voci rielaborate o introdotte: Kalisky R., Kane Ch. H., Kateb Y., KIossowki P., Koltès B.-M., Kourouma A., Laye C., Leiris M., Limbour G., Malet L., Manchette J.-P., Maran R., Masson I., Maunick E., Memmi A., Mertens P., Miron G., Nizan P., Obaldia R., Oyono F., Paulhan J., Pérec G., Pleynet M., Rabou C.-F.-H., «La révolution surréaliste», Rabearivelo J.-J., Rabemananjara J., Risset J., Roussel R.. Rousset D., il marchese de Sade, Saint-John Perse, Salmon A., San Antonio, Sartre J.-P., Schwarz-Bart A., Segalen V., Sénac J., Senghor L. S., Sollers P., ecc.), nonché voce sulla francofonia e aggiornamento delle voci sulle letterature belga, maghrebina, svizzera di lingua francese e delle voci sui critici italiani Macchia G., Orlando V., Pizzorusso A.); al Lessico Universale Italiano di Lingua Lettere Arti Scienze e Tecnica per le voci delle Letterature di lingua francese. II Supplemento, voll. I-II, Istituto dell'Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani, Roma, 1998 (per le voci delle letterature di lingua francese).

Nel 2005 ha organizzato con la dott.ssa Ilaria Rigano il Convegno internazionale Jean Genet. La traversée diagonale (Roma 30 novembre-2 dicembre 2006), promosso e finanziato dal dipartimento Comunicazione e Spettacolo con il contributo del Rettorato e della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi Roma Tre, del Comune di Roma, dell’Ambasciata di Francia in Italia, dell’Ambasciata del Regno del Marocco, dell’Accademia di Francia a Roma, della casa editrice Il Saggiatore. Ha altresì coordinato le diverse iniziative legate al Convegno (il Laboratorio Genet; Il ragazzo criminale, spettacolo del Masque teatro; Le désir aveugle. Jean Genet et le cinéma, rassegna cinematografica a cura di Stéphane Solier).

Nel 2007 ha ideato e organizzato il Convegno internazionale Jean Cayrol. Dalla notte e dalla nebbia. In occasione della giornata della Memoria, promosso e finanziato dal Dipartimento Comunicazione e Spettacolo, con il contributo del Rettorato, della Facoltà di Lettere e Filosofia, del Dipartimento di Lettetature comparate e del Centro di Studi Italo-Francesi dell’Università degli Studi Roma Tre, e con il sostegno dell’Ambasciata di Francia in Italia (Roma, 25-27 gennaio 2008). Ha altresì coordinto le varie iniziatie legate al Convegno: la mostra Il était une fois Jean Cayrol (Centre Régional des Lettres d’Aquitaine); La lecture et le regard, mostra bibliografica a cura di Paolo Breda; Impressione di un’immagine che sprofonda, rassegna cinematografica a cura di Gabriele Anaclerio, Eleonora Costanza, Stéphane Solier, e ha curato i relativi atti (Dalla notte e dalla nebbia: Jean Cayrol, la scrittura dell’esperienza concentrazionaria, Kaplan, Torino, 2010).

Nel 2009 ha ideato e organizzato con Franca Franca Franchi (Roma, Palazao Farnese, 11-12 giugno 2009), il convegno internazionale «Documents» una rivista eterodossa (Università degli Studi di Roma Tre, Università degli Studi di Bergamo, Université de Perpignan, École des Hautes Études en Sciences Sociales-Paris, University of Essex, University College-London, New York University, Columbia University) e ha curato con lei i relativi atti (Bruno Mondadori, 2010) ai quali ha collaborato con l’articolo Dai Pieds Nickelés agli dei messicani.
Nel 2011 ha promosso la realizzazione del volume I pensieri dell’istante. Studi in onore di Jacqueline Risset (Editori Riuniti internazionali, Roma, 2012) cui ha collaborato con l’articolo L’Italia, il capitolo non scritto della biografia di Bataille.

Attualmente lavora su Georges Bataille (riedizione parziale  del volume L’Apprenti sorcier  in lingua inglese, Atlas Press, 2017), autore su cui ha pubblicato  in questi anni i saggi: Le chapitre manquant de “La Littérature et le mal”: Lautréamont, in Georges Bataille, cinquante ans après, sous la direction de Gilles Ernst et jean-Francçois Louette, Editions nouvelles Cécile Defaut, Nantes,  2013, pp. 81-94; Surrealism, in Georges Bataille, Key concepts, Edited by Mark Hewson and Marcus Coelen, Routledge, London and New York, 2016) e diversi inediti: nel 2011  Définition de l'hétérologie nei "Cahier Bataille 1" (questa pubblicazione è stata all'origine di una traduzione in lingua tedesca ed è attualmente oggetto di una traduzione in lingua inglese nell'ambito di un numero della rivista "THeory, Culture and Society" sull'eterologia di Bataille a cui la sottoscritta collabora con un suo testo e con il commento a Définition de l'Hétérologie); nel 2012 Autour de la société secrète Acéphale, Lettres inédites de Bataille à Michel Carrouges, in Dans l’Oeil de Georges Bataille, “Revue des deux Mondes”, mai 2012, pp. 125-134; nel 2014 il dossier Inédits : Lettres à Joseph Roche (1921-1922). Edition établie, présentée et annotée avec Olivier Meunier,  sui "Cahiers Bataille 2"; nel 2016, Nouveaux Inédits, nei "Cahiers Bataille 3" ; ha inoltre pubblicato in Italia: i testi di Bataille: Georges Bataille, Il y eut un an le 19 février mourait André Gide. L’originalité décide, seguito da La sovranità della letteratura e l’édifice découronné” di André Gide,  commento della sottoscritta sul testo stesso , in Georges Bataille  l'impossibile a cura di  Chiara di Marco,B@belonline/print, 2012, n.12, pp. 35-37, e Vers une littérature servile?,  seguito da Bataille, Caillois e la dépense (in margine a “Vers une littérature servile? (pp.9-15), commento sul testo stesso, in Nel nome di Bataille a cura di Lugi A Manfreda, "Il Cannocchiale, maggio-agosto 2012 (edito nel 2013). Ha infine curato la riedizione modificata  della Chronologie di Georges Bataille e la riedizione di Récits retrouvés, in Romans et récits a cura di Jean-François Louette, Gallimard, La Pléiade, 2014.

Lavora inoltre: su Roger Caillois di cui ha pubblicato il testo, inedito in francese, Révélations sur l’hitlérisme (“Littérature”, n. 170, 2013): su Jean Cayrol, di cui ha studiato il teatro, in gran parte inedito, in Alle origini del teatro lazzariano: “L’état de siège” di Albert Camus e “Le diable qui n’est à persone” di Cayrol (in Un’idea di Francia. Scritti per Gianfranco Rubino, a cura di Anna Maria Scaiola, Vecchiarelli, Manziana, 2013) e curato la traduzione del saggio Lazare parmi nous, (Nonostante, Trieste, 2016); su Jean Genet, di cui ha curato con Ilaria Rigano e Francesca Cera il volume collettivo Jean Genet. La scrittura della rivolta, Editoria e Spettacolo, Spoleto, 2016); su Colette Peignot, su cui ha tenuto una conferenza presso La Casa delle donne, Roma, primavera 2014 e pubblicato il testo Esperire tutte le antinomie implacabili (Bataille  e Laure), in Georges Bataille. Figure dell'eros, a cura di Fiorella Bassan e Sara Colafranceschi, Mimesis, Milano, 2016.

Ha infine pubblicato nel 2016 Valery Larbaud et «le vain travail de voir divers pays», in Viaggi letterari a cura di Anne Schoysman. Artemide, Roma (versione francese di un articolo apparso nel 2007 in italiano).

Torna a Marina Galletti [Home]

Eventi & News

Direttore: prof. Paolo D'Angelo
───────────────────────────────
Dipartimento di Filosofia Comunicazione e Spettacolo (Fil.Co.Spe.) - Università degli Studi Roma Tre
Via Ostiense, 234/236  - 00146 Roma - Fax +39.06.57338340 - E-mail direttore.filosofiacomunicazione@uniroma3.it