Questo sito utilizza un cookie tecnico per consentire la corretta navigazione. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "Ok" acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più e leggere come disabilitarne l'uso, consulta l'Informativa sull'uso dei cookie.

BannerPagine noHome Foto

Curriculum Vitae

Curriculum di Stefania Parigi



Formazione e attività scientifica

Si laurea nel 1983 presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Siena con una tesi sulle teorie cinematografiche pasoliniane intitolata Pasolini: che cos’è il cinema di cui è relatore il prof. Lino Miccichè. Nel 1984 vince il Premio P.P. Pasolini-Tesi di laurea, istituito dall’ “Associazione Fondo Pier Paolo Pasolini”.

Dal 1984 al 1999 svolge incarichi di ricerca e consulenza presso il Centro Sperimentale di Cinematografia, nel settore Biblioteca ed Editoria. Partecipa inoltre al progetto di schedatura e catalogazione per argomento del cospicuo patrimonio librario della Biblioteca Luigi Chiarini.

Al 1984 risale la sua collaborazione alla rivista «Bianco e Nero», che si protrarrà fino al 2002. Dal 1984 al 1988 cura la rubrica “Libri” della rivista.

Dal 1984 al 1994 collabora al settore Documentazione e Libri della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro elaborando numerose bibliografie e schede filmografiche su opere e autori internazionali, nonché curando vari cataloghi. Partecipa assiduamente, inoltre, dal 1989 a oggi, ai volumi collettanei che accompagnano l’”Evento speciale” della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema, in particolare a quelli dedicati al cinema italiano degli anni ’30, ’60, ’70, ’80 e ’90, oltre che ai registi De Sica, Bellocchio, Comencini, Lizzani, Bertolucci. Nel 1995 cura il volume dell'"Evento speciale" su Marco Ferreri.

Nel periodo1988-1995 collabora con l’Enciclopedia Italiana Treccani elaborando una cinquantina di voci relative alle cinematografie nazionali della V Appendice.

Dal 1990 al 1992 fa parte della redazione del Filmlexicon degli autori e delle opere (Sezione Italia. Autori. Aggiornamenti e integrazioni 1972-1991), CSC/Nuova Eri, 1992).

Dal 1998 al 2002 è caporedattrice di «Bianco & Nero» (bimestrale diretto da Lino Miccichè).

Dal 2001 fino al 2011 collabora alla Storia del cinema italiano edita in 15 volumi dal Centro Sperimentale di Cinematografia e da Marsilio, con scritti su Pasolini, Zavattini, Germi, Ferreri, il neorealismo e il rapporto tra cinema e settimanali umoristici negli anni ’30 e ’40.

Nel quadro di una collaborazione tra Dams, Dipartimento Comunicazione Spettacolo di Roma Tre e Accademia di Francia, organizza tra il 2005 e il 2007 due rassegne a Villa Medici (Roma): la prima riguarda l'attività documentaristica di Pasolini ed è intitolata Pasolini antropologo; la seconda è dedicata ai film di Ferreri girati in Francia.

Nel 2005 inizia una lunga ricerca storico-filologica su I vinti di Antonioni che culmina con la pubblicazione nel 2007 di un dvd per i tipi della Minerva-Rarovideo, al quale viene assegnato il premio per "il miglior film ritrovato in dvd" al DVD AWARDS del Festival del Cinema ritrovato di Bologna, 2008.

Nell’autunno del 2007 partecipa alle celebrazioni di Marco Ferreri promosse dalla Festa del Cinema di Roma e cura un volume sui film romani del regista, al quale collabora un gruppo di laureati e dottorandi di Roma Tre.

Nel 2007 vince il premio Limina, attribuito dalla CUC (Consulta Universitaria del Cinema) al suo libro Fisiologia dell'immagine. Il pensiero di Cesare Zavattini (Lindau 2006).

Nell'ambito del programma PRIN 2008 partecipa al progetto di ricerca "Il processo di rinnovamento dei quadri del cinema italiano. La formazione della cultura cinematografica"

Dal 2010 fa parte del comitato direttivo della rivista «Imago. Studi di cinema e media», promossa e curata dal Dipartimento di Storia dell’Arte e Spettacolo (Sapienza) e Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo (Università Roma Tre).

Nel novembre 2014 organizza, insieme a Vito Zagarrio, Lino Micciché. Immagini e parole. Un convegno, una mostra, Università degli Studi Roma Tre.

Il suo libro Neorealismo. Il nuovo cinema del dopoguerra (Marsilio 2014) vince nel 2015 il premio Limina, attribuito dalla CUC (Consulta Universitaria del Cinema) e il premio Pesaro Nuovo Cinema al libro dell'anno 2014,  attibuito dalla Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro. 

Dal 2015 fa parte del comitato scientifico della rivista «L’avventura. Italian Film and Media Journal» edita da Il Mulino.



I suoi studi si concentrano prevalentemente su alcune aree cruciali del cinema italiano, preso in considerazione da una molteplicità di punti di vista in grado di coniugare la ricerca storica con la riflessione teorica, l’indagine d’archivio con l’interpretazione dei film. Si è occupata del periodo muto, degli anni trenta e della contemporaneità, ma ha dedicato il suo interesse maggiore al cinema del secondo dopoguerra.



Ha scritto i seguenti volumi: Roberto Benigni, Edizioni Scientifiche, Napoli 1988; Francesco Maselli, Il Castoro Cinema, La Nuova Italia, Firenze 1992; Fisiologia dell'immagine. Il pensiero di Cesare Zavattini, Lindau, Torino 2006; Pier Paolo Pasolini. Accattone, Lindau, Torino 2008; Cinema-Italy, Manchester University Press, 2010; Ferreri spagnolo, La camera verde, Roma 2011; Neorealismo. Il nuovo cinema del dopoguerra, Marsilio, Roma 2014.

Tra i libri curati (più di una quindicina) si segnalano: Moravia al/nel cinema (in coll. con Adriano Aprà), Associazione Fondo Alberto Moravia, Roma 1993; Marco Ferreri. Il cinema e i film, Marsilio, Venezia 1995; Cesare Zavattini: Parliamo dell'attore (in coll. con Orio Caldiron), numero monografico di «Bianco & Nero», 6, novembre-dicembre 2002; Paisà. Analisi del film, Marsilio, Venezia 2005; Marco Ferreri. Un milanese a Roma (in coll. con Graziella Azzaro), Tiellemedia, Roma 2007; Cesare Zavattini, Non libro più disco, Le Lettere, Firenze 2009 (cura della riedizione del testo zavattiniano uscito nel 1970 per Bompiani); Il lungo respiro di Brunello Rondi (in coll. con Alberto Pezzotta), Edizioni Sabinae, Cantalupo in Sabina (Ri) 2010; Il paesaggio nel cinema contemporaneo (in coll. con Giacomo Ravesi), «Imago», 9, 2014.

Ha, inoltre, pubblicato più di una novantina di saggi e articoli dedicati prevalentemente al cinema italiano. Ha partecipato a numerosi convegni di studi nazionali e internazionali.



Attività didattica

Inizia la sua attività didattica presso l'Università degli Studi Roma Tre come contrattista (1996-1998), proseguendola in qualità di ricercatrice (1999-2002) e di professore associato (2002-2011). Dal 2012 è professore straordinario nel SSD L-ART/06: Cinema, fotografia e televisione.

Dal 1999 al 2002 ha tenuto periodicamente lezioni presso la Scuola Nazionale di Cinema.

Nel 2001 e nel 2002 ha partecipato come docente ai corsi di Formazione alla didattica del linguaggio cinematografico e audiovisivo, organizzati dalla Scuola Nazionale di Cinema in collaborazione con l’Università degli Studi di Roma 3 - Dipartimento della Comunicazione letteraria e dello spettacolo.



Compiti istituzionali

È coordinatrice della Sezione Comunicazione e spettacolo del Dipartimento di Filosofia, comunicazione e spettacolo (dalla fine del 2014). È membro del Collegio dei docenti del dottorato “Paesaggi della Città Contemporanea. Politiche, tecniche e studi visuali” (dal 2013); membro del Collegio dei docenti del dottorato "Il cinema nella sua interrelazione con il teatro e le altre arti" (dal 1999 al 2012); membro della Commissione programmazione della Facoltà di Lettere e Filosofia (dal 2001 al 2008); docente di riferimento per la Laurea magistrale in "Studi storici, critici e teorici sul cinema e gli audiovisivi" e "Cinema, televisione e produzione multimediale" (dal 2002); vicario del Presidente del Collegio didattico "Scienze e tecnologie delle arti, della musica e dello spettacolo" (dal 2004 al 2008).

Eventi & News

Direttore: prof. Paolo D'Angelo
───────────────────────────────
Dipartimento di Filosofia Comunicazione e Spettacolo (Fil.Co.Spe.) - Università degli Studi Roma Tre
Via Ostiense, 234/236  - 00146 Roma - Fax +39.06.57338340 - E-mail direttore.filosofiacomunicazione@uniroma3.it