Questo sito utilizza un cookie tecnico per consentire la corretta navigazione. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "Ok" acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più e leggere come disabilitarne l'uso, consulta l'Informativa sull'uso dei cookie.

BannerPagine noHome Foto

Attività di ricerca

Gaetano Sabatini è un esperto di storia della finanza in età moderna e contemporanea: la sua attività di ricerca si è prevalentemente orientata al ruolo della finanza pubblica e del credito privato nei processi di sviluppo economico, con particolare riferimento al mondo ibero-americano.

L’attività di ricerca di Gaetano Sabatini, inizialmente concentrata sulla dimensione quantitativa dei fenomeni storici, si è in primo luogo rivolta al tema dell’evoluzione degli orari di lavoro industriali, al dibattito teorico che l’ha accompagnata, ai legami tra fenomeni demografici e offerta di lavoro. Successivamente, con il corso di dottorato in Storia Economica, l’attività di ricerca si è orientata verso temi di storia della finanza, con una specifica attenzione al Mezzogiorno d'Italia nel contesto della monarchia spagnola nei secoli XVI e XVII. Inoltre, traendo spunto da uno specifico approfondimento sullo studio delle forme di controllo del territorio a fini fiscali adottate nelle regioni del meridione d'Italia, la ricerca sulla vita economica di questa zona si è ampliata sino a considerare aspetti di storia della popolazione, di storia della proprietà ecclesiastica, delle comunicazioni, dell’agricoltura e del credito tra età moderna ed età contemporanea.

La ricerca di una più ampia lettura, nel complesso della monarchia cattolica, dell'evoluzione delle modalità di governo della finanza pubblica e di esercizio del credito privato caratteristiche dell'Italia spagnola, ha condotto l'attività scientifica di Gaetano Sabatini verso lo studio comparativo delle forme di gestione dell'economia nei diversi territori appartenenti corona degli Asburgo di Spagna, con particolare attenzione per il ruolo svolto in questi processi dalle comunità dei banchieri portoghesi tra XVI e XVII secolo.

Le linee di ricerca attualmente in essere sono le seguenti:

1. La monarchia spagnola: finanza pubblica e forme del credito privato nei processi d’integrazione (secc. XVI-XVII)
L’attività di ricerca svolta all’interno di questa linea ha avuto come primo obbiettivo l’analisi comparata sia dei diversi sistemi di prelievo esistenti all’interno della monarchia spagnola, con particolare riguardo ai territori italiani, sia dei processi di convergenza tra gli stessi, che gli Asburgo cercarono di realizzare in particolare tra gli anni ’80 del Cinquecento e il primo quarantennio del secolo successivo. In secondo luogo, si è proceduto a studiare il ruolo assunto dalla finanza privata, cioè dai gruppi di mercanti-banchieri, all’interno di questi sistemi, in particolare attraverso le forme di appalto della riscossione dei tributi, la venalità degli uffici, il mercato del debito pubblico, l’investimento nell’economia feudale. Entrambi gli aspetti sono stati analizzati anche in riferimento al dibattito teorico dei contemporanei, con uno specifico approfondimento sull’arbitrismo a Napoli, in Castiglia e in Portogallo nell’età di Filippo III d’Asburgo.

La ricerca viene svolta in archivi italiani, spagnoli e portoghesi e in stretto contatto con gruppi di ricerca in Spagna (Madrid, Murcia, Siviglia Valladolid), in Portogallo (Lisbona), in Argentina (Buenos Aires, Rosario), Brasile (Rio de Janeiro), Messico (Città del Messico) e Stati Uniti d’America (Harvard).
Partendo dagli interessi scientifici su questi temi, comuni a un gruppo assai vasto di studiosi europei, latinoamericani e nordamericani, Gaetano Sabatini, unitamente ai colleghi Pedro Cardim della Universidade Nova de Lisboa, José Javier Ruiz Ibañez della Universidad de Murcia e Tamar Herzog della Harvard University, ha fondato nel 2005 “Red Columnaria. Red temática de investigación sobre las fronteras de las Monarquías Ibéricas”, una rete di centri di ricerca attivi nell’ambito della storia delle monarchie iberiche nell’età moderna. “Red Columnaria” conta attualmente 15 centri di ricerca aderenti e due gruppi associati, per un totale di oltre 100 studiosi afferenti, ha ricevuto finanziamenti dall’Unione Europea, attraverso la Fundación Seneca, e da numerose entità nazionali, organizza incontri, seminari e workshop, tra cui con cadenza annuale l’incontro internazionale “Jornadas de Historia de las Monarquías Ibéricas” giunto alla sua X edizione; tutte le attività di “Red Columnaria” sono descritte nelle pagine web della rete http://www.redcolumnaria.com oppure http://www.um.es/redcolumnaria).

2. La proiezione della finanza iberica nell’area mediterranea nella prima età moderna: le comunità dei mercanti e banchieri giudeo-conversi portoghesi a Roma e a Napoli tra XVI e XVII secolo
Nello studiare il ruolo delle reti commerciali e finanziarie nei processi di integrazione tra i diversi territori della monarchia spagnola, è progressivamente emerso il ruolo assunto dalle comunità dei mercanti e banchieri giudeo-conversi portoghesi insediate in vari punti dell’area mediterranea e formanti una rete finanziaria e commerciale particolarmente efficace. Relativamente all’area italiana e in particolare durante la fase dell’unione delle corone iberiche (1580-1640), è emerso il ruolo delle comunità insediate a Roma e a Napoli: grazie allo studio di fonti documentali inedite, conservate tra l’altro presso l’Archivio della Fabbrica di S. Pietro (Roma), l’Archivio della della Confraternita di S. Antonio dei Portoghesi (Roma); Arquivo do Torre do Tombo (Lisbona), Archivo Sionn Ruiz (Valladolid), si sta procedendo alla ricostruzione del circuito delle lettere di cambio che univa Roma, Napoli, Siviglia e Lisbona, in particolare in riferimento alla corresponsione a Roma degli introiti della Bolla della Crociata pubblicata nei regni di Castiglia, Portogallo e Napoli, nonché allo studio dei profili sociali dei membri delle comunità di Roma e Napoli.

3. Popolazione, credito e infrastrutture in Italia tra età moderna e contemporanea
A questa linea scientifica appartengono alcuni progetti di ricerca sulle reti viarie tra età moderna e contemporanea, sui rapporti tra movimenti migratori e credito, sul sistema bancario e in particolare sulle Casse di Risparmio (questi ultimi due temi, in particolare, sono stati sviluppati nell’ambito del progetto PRIN 2007 “Concorrenza e concentrazioni bancarie e finanziarie in Italia in prospettiva storica”). Altre ricerche sono poi state avviate in occasione delle celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, come il progetto “Le banche e l’Italia. 1861-2011”, promosso dall’ABI, Associazione Bancaria.

 

Torna a Gaetano Sabatini [Home]

Eventi & News

Direttore: prof. Paolo D'Angelo
───────────────────────────────
Dipartimento di Filosofia Comunicazione e Spettacolo (Fil.Co.Spe.) - Università degli Studi Roma Tre
Via Ostiense, 234/236  - 00146 Roma - Fax +39.06.57338340 - E-mail direttore.filosofiacomunicazione@uniroma3.it